QR code per la pagina originale

Kaspersky porta Trump in tribunale

Kaspersky ha chiesto al tribunale di Washington di annullare la direttiva del DHS che vieta l'installazione dei suoi antivirus sui computer federali.

,

Nuova puntata dello scontro tra la software house russa e il governo degli Stati Uniti. Kaspersky Lab ha depositato una causa contro il Dipartimento della Sicurezza Interna (DHS), chiedendo l’annullamento della direttiva emanata nel mese di settembre, con la quale l’amministrazione Trump ha ordinato la rimozione dei software di Kaspersky da ogni computer delle agenzie federali, in quanto tale decisione è basata su fonti soggettive e non tecniche, come le informazioni rese pubbliche dalla stampa statunitense.

La direttiva, emanata dal Segretario del DHS, prevedeva l’identificazione dei prodotti Kaspersky sui computer federali entro 30 giorni e lo sviluppo di piani dettagliati per la loro eliminazione nei successivi 60 giorni. Il governo degli Stati Uniti sostiene che gli antivirus di Kaspersky siano un rischio per la sicurezza nazionale, dato che sono installati con privilegi elevati e hanno accesso a qualsiasi file presente sul computer. Il DHS ritiene che Kaspersky abbia legami con le agenzie di intelligence russe e che i software possano essere utilizzati per compiere azioni di cyberspionaggio.

La software house russa ha più volte respinto le accuse, affermando che il suo obiettivo è impedire la diffusione dei malware e bloccare gli attacchi informatici messi in atto da cybercriminali finanziati dai governi (quindi anche quello russo). Kaspersky ha avuto uno scambio di corrispondenza con il DHS, ma la direttiva è stata applicata ugualmente senza dare all’azienda la possibilità di dimostrare la sua totale estraneità. Tra l’altro le presunte prove a sostegno della decisione dovrebbero valere per tutti gli antivirus. Recentemente Trump ha firmato la legge che vieta l’uso degli prodotti Kaspersky negli uffici governativi.

La richiesta di annullare la direttiva non è sicuramente dovuta a mancati profitti, poiché la somma spesa dal governo statunitense ammonta a meno di 54.000 dollari. Kaspersky ha però ricevuto enormi danni per la sua reputazione. Alcuni rivenditori, tra cui Best Buy, non offrono più gli antivirus di Kaspersky.

Fonte: Kaspersky