QR code per la pagina originale

Xbox One, sempre più media center con Kodi

Kodi sbarca ufficialmente all'interno delle console Xbox One trasformandole in dei potenti media center.

,

Kodi sbarca su Xbox One trasformando la console di Microsoft in un sofisticato media center. Un po’ a sorpresa, la XBMC Foundation ha deciso di riportare Kodi all’interno delle console della casa di Redmond. Il termine “riportare” è corretto in quanto Kodi, una volta conosciuto come XBMC, era nato proprio come applicazione per le prime Xbox. Ma se XBMC era disponibile solamente sulle console moddate, Kodi è, invece, ufficialmente disponibile per tutte le console Xbox One.

Il rollout dell’applicazione che potrà essere scaricata attraverso il Microsoft Store della console, è in corso e nel giro di breve tempo dovrebbe essere disponibile per tutti. Da evidenziare che l’applicazione Kodi per Xbox One è in versione alpha (Kodi 18.0-alpha1), con tutte le problematiche che potrebbe portare l’utilizzo di un’applicazione ancora non del tutto messa a punto. Tuttavia, Windows Central che ha già avuto l’opportunità di installarla, ha evidenziato che Kodi risulta già funzionante in tutte le sue parti. Inoltre, sarebbe presente anche il supporto agli add-on che agli utenti PC piacciono molto ma che sono poco graditi all’industria dell’intrattenimento visto che permettono potenzialmente di compiere azioni che violano il Copyright.

In ogni caso, la presenza del supporto agli add-on significa anche che Kodi potrebbe essere utilizzato per guardare la TV in streaming e registrare le dirette televisive. In particolare, questa seconda possibilità d’uso doveva arrivare ufficialmente sulla console ma Microsoft decise, poi, di non rilasciarla più. Kodi, dunque, potrebbe permettere di colmare questa lacuna lasciata dalla casa di Redmond.

Per verificare se Kodi è disponibile al download sulla propria console è sufficiente aprire il Microsoft Store e poi cercare il termine “Kodi”. Se presente, per installarlo sarà sufficiente cliccare su “Ottieni” nella scheda dell’app.

Fonte: Windows Central • Immagine: Jusko via Pixabay