QR code per la pagina originale

Windows Defender ATP su Windows 7 e Windows 8.1

Microsoft ha annunciato che intende portare Windows Defender ATP su Windows 7 e Windows 8.1; il debutto è atteso per la prossima estate.

,

Windows Defender Advanced Threat Protection (ATP) è da tempo una soluzione avanzata per la sicurezza per le aziende integrata all’interno di Windows 10. Sorprendentemente, Microsoft ha annunciato di voler portare Windows Defender ATP anche all’interno di Windows 7 e di Windows 8.1. La notizia sicuramente stupisce. Innanzitutto, Windows Defender ATP è sempre stato considerato come uno strumento di valore aggiunto per spingere le aziende a passare a Windows 10.

In secondo luogo, il supporto mainstream di Windows 7 e di Windows 8.1 è scaduto da tempo e quindi sorprende che Microsoft abbia deciso di implementare nuove funzionalità all’interno dei suoi vecchi sistemi operativi. Sia Windows 7 che Windows 8.1 godono oggi solamente del supporto esteso che significa che ricevono unicamente aggiornamenti di sicurezza ma non nuove funzionalità. L’anteprima di questa nuova piattaforma per la sicurezza per questi sistemi operativi sarà disponibile in primavera. Windows Defender ATP su Windows 7 e Windows 8.1 arriverà nel corso dell’estate. La motivazione ufficiale di questa scelta è che Microsoft intende offrire alle aziende il miglior livello di sicurezza possibile.

Secondo la casa di Redmond, oggi, molte società dispongono di un mix di computer Windows 10 e Windows 7. Con questa scelta la casa di Redmond vuole offrire a queste aziende un completo sistema difensivo nell’attesa che tutti i computer siano migrati a Windows 10.

Windows Defender ATP, si ricorda, non è un semplice antivirus in quanto è uno strumento molto più potente del classico Windows Defender integrato nelle versioni consumer di Windows 10. Questa piattaforma assicura una protezione preventiva, rileva gli attacchi e gli exploit di tipo “zero-day” e fornisce la gestione centralizzata della sicurezza end-to-end. Gli amministratori di rete delle aziende, dunque, possono gestire la sicurezza dei PC all’interno di un unico luogo.

In attesa di una completa migrazione a Windows 10, effettivamente questa è una scelta molto intelligente per consentire alle aziende di poter gestire efficacemente la sicurezza di tutti i loro computer indipendentemente dal sistema operativo utilizzato.

Fonte: ZDNET • Immagine: Microsoft