QR code per la pagina originale

Facebook semplifica la condivisione dei post 3D

Facebook supporta ora lo standard glTF 2.0 e nuova modalità di condivisione degli oggetti 3D direttamente nel news feed del social network.

,

Dal mese di ottobre è possibile pubblicare su Facebook post contenenti oggetti 3D, realizzati ad esempio con Oculus Medium. Gli utenti possono interagire con questi elementi tridimensionali utilizzando il mouse o il touch. L’azienda di Menlo Park ha ora aggiunto il supporto per uno standard che permette di migliorare la qualità grafica e introdotto nuove modalità di condivisione dei post.

Il modo più semplice per condividere un oggetto 3D è trascinarlo nel composer (il box con la scritta “A cosa stai pensando?”), ma gli sviluppatori devono rispettare determinati requisiti. Al momento Facebook supporta unicamente i file di tipo GLB, dimensioni non superiori a 3 MB, texture con risoluzione massima di 4.096 pixel nei formati JPEG e PNG. Prima della pubblicazione è possibile sfruttare il 3D Model Validation Tool. Grazie al supporto per lo standard glTF 2.0 si possono creare oggetti 3D più realistici, come il velociraptor Blue del film Jurassic World – Il regno distrutto.

Utilizzando le nuova Graph API è possibile condividere contenuti 3D direttamente nel news feed del social network. Gli utenti che hanno acquistato gli smartphone Sony Xperia XZ1 e XZ1 Compact possono creare gli oggetti con l’app 3D Creator (visibile nel video) e pubblicarli su Facebook. Nelle prossime settimane verrà aggiunto anche il supporto per Google Poly.

L’esperienza “immersiva” verrà in futuro migliorata con animazioni, realtà virtuale e realtà aumentata. Facebook vuole creare un ecosistema di contenuti 3D con la collaborazione di utenti, sviluppatori e artisti digitali.

Fonte: Engadget