QR code per la pagina originale

ARM annuncia nuove GPU per il machine learning

Mali-G52 e Mali-G31 sono le nuove GPU di ARM che offrono elevate prestazioni nel machine learning e nelle applicazioni di realtà virtuale/aumentata.

,

ARM ha annunciato due nuove GPU che permettono di eseguire applicazioni complesse anche su dispositivi mobile più economici. Mali-G52 e Mali-G31 offrono la potenza sufficiente per machine learning, realtà virtuale/aumentata e giochi, oltre ad un’elevata efficienza energetica. I produttori sceglieranno il numero di core e la CPU da abbinare all’interno del SoC (Samsung usa le GPU Mali nei suoi Exynos).

In alcuni smartphone di fascia alta sono presenti chip dedicati che eseguono localmente gli algoritmi di machine learning, ad esempio quelli per il riconoscimento degli oggetti o della scena inquadrati dalla fotocamera. Nei modelli più economici, invece, i calcoli sono affidati alla CPU e alla GPU con un impatto negativo su prestazioni e consumi. La soluzione proposta da ARM è Mali-G52, una GPU di fascia media che permette di velocizzare l’elaborazione senza ridurre eccessivamente l’autonomia. Il chipmaker afferma che la performance nel riconoscimento delle immagini è quasi 4 volte superiore rispetto alla precedente Mali-G51. L’efficienza energetica è invece aumentata del 15%.

La nuova GPU, in abbinamento alle CPU Cortex-A75 e Cortex-A55 (architettura DynamIQ), consente di eseguire agevolmente le applicazioni di realtà mista anche su smartphone di fascia media con prestazioni fino al 30% superiori a quelle della GPU Mali-G51.

Mali-G31 è invece particolarmente adatta all’esecuzione dei giochi, grazie al supporto per OpenGL 3.2 e Vulkan. Questa GPU permette di avere una grafica di elevata qualità anche su dispositivi più economici. La GPU può essere integrata nelle smart TV e migliorare le prestazioni dell’interfaccia utente delle app di streaming.

Fonte: ARM