QR code per la pagina originale

Microsoft HoloLens 2 con processore ARM?

Il nuovo visore Microsoft HoloLens 2 dovrebbe integrare un processore ARM e un modulo LTE, mentre il sistema operativo potrebbe essere Windows Core OS.

,

Sono passati oltre tre anni dall’annuncio del visore per la realtà mista, disponibile in Italia dall’inizio di dicembre 2017, quindi non stupisce l’avvio dello sviluppo di una seconda versione da parte di Microsoft. HoloLens 2 (nome in codice Sydney), il cui lancio è previsto entro fine anno, potrebbe integrare un processore basato sull’architettura ARM.

Per il primo HoloLens è stato scelto un processore Atom x5-Z8100 (Cherry Trail). Intel ha ormai abbandonato il settore mobile, quindi Microsoft potrebbe optare per l’architettura ARM. Dato che l’obiettivo è incrementare l’autonomia e offrire un visore “always-on” non è da escludere l’adozione di un processore Qualcomm, come lo Snapdragon 845 utilizzato nel visore del chipmaker californiano e che troverà posto nei futuri notebook. L’azienda di Redmond ha già confermato che HoloLens 2 integrerà una nuova HPU (Holographic Processing Unit) in grado di elaborare i dati localmente senza accedere al cloud.

Ciò consentirà di velocizzare il riconoscimento degli oggetti e dell’ambiente, ridurre la latenza e salvaguardare maggiormente la privacy degli utenti. Possibile inoltre la presenza di un modulo LTE da sfruttare in assenza di connettività WiFi, quindi anche all’esterno dell’abitazione. HoloLens 2 avrà inoltre un campo visivo più ampio, vero difetto della prima versione.

Sul nuovo visore dovrebbe essere installato Windows Core OS, una versione di Windows 10 specifica per la realtà mista. Prevista infine l’uso di CShell, una interfaccia adattabile ad ogni tipo di dispositivo.

Fonte: Windows Central • Immagine: Microsoft