QR code per la pagina originale

Windows 10 ARM supporterà le app a 64 bit

Durante la conferenza Build 2018 verrà annunciato un nuovo SDK che permetterà di realizzare app ARM64 per i dispositivi con processori Snapdragon.

,

Windows 10 on ARM possiede diverse limitazioni rispetto alla versione tradizionale del sistema operativo. Una di esse è la possibilità di installare unicamente applicazioni a 32 bit (ARM32 in modalità nativa e x86 tramite emulatore). Microsoft ha comunicato che presto sarà possibile utilizzare app ARM64. Un nuovo SDK verrà rilasciato in occasione della conferenza Build 2018.

Windows 10 on ARM è in realtà Windows 10 S, una versione sviluppata specificamente per i cosiddetti Always Connected PC con processori Qualcomm Snapdragon 835 (in futuro anche Snapdragon 845) e connettività LTE. Gli utenti che acquisteranno questi dispositivi (in Italia saranno in vendita nei negozi TIM e Unieuro) potranno installare le app UWP (Universal Windows Platform) pubblicate sul Windows Store. Microsoft consentirà agli sviluppatori di offrire quattro varianti: ARM32, ARM64, x86 e x64. Per le app ARM64 servirà il nuovo SDK, ma le differenze saranno minime rispetto alle app ARM32.

Le versioni x64 delle app, invece, verranno scaricate solo se il sistema operativo è installato su un computer con processori Intel, dato che Windows on ARM supporta solo le app x86. Alcuni software desktop, tra cui Photoshop Elements, sono esclusivamente a 64 bit, quindi non possono essere utilizzati. Microsoft dovrebbe modificare l’emulatore per aggiungere il supporto x64. Gli sviluppatori devono realizzare versioni x86 delle app x64 per superare questa limitazione.

L’azienda di Redmond fornirà tutte le informazioni durante la conferenza Build 2018 in programma a Seattle dal 7 al 9 maggio.

Fonte: Engadget • Immagine: Neowin