QR code per la pagina originale

PayPal punta ai servizi bancari tradizionali

PayPal progetta di diventare più simile ad una banca; la società sta sperimentando servizi pensati per chi non ha un conto corrente tradizionale.

,

PayPal ha in progetto di allargare il suo business e di diventare più simile ad una vera e propria banca. Secondo quanto riportato dal The Wall Street Journal, la società specializzata in pagamenti digitali starebbe iniziando a lanciare soluzioni più tradizionali come carte di debito compatibili con il circuito ATM, l’accredito diretto dello stipendio, la possibilità di depositare immediatamente un assegno sul proprio conto scattandogli una foto ed altro. L’aspetto interessante di queste novità è come PayPal possa offrirle visto che non dispone di una licenza bancaria negli Stati Uniti.

Secondo il report della fonte, la società starebbe collaborando con diverse piccole banche che possono fornire tali servizi. Questo significa che i prodotti che PayPal starebbe offrendo ai clienti non sarebbero direttamente erogati da lei ma da questi partner. Per esempio, una banca del Delaware emetterà le carte di debito per la società, una banca della Georgia è incaricata di depositare il denaro negli account degli utenti che caricano le foto dei loro assegni, mentre una banca dello Utah fornirà denaro per prestiti personali e per le piccole imprese.

Sino ad ora, questi nuovi prodotti finanziari sarebbero stati offerti da PayPal solamente ad un ristretto numero di clienti. A quanto sarebbe emerso, non sarebbe presente un canone per utilizzare questi servizi e non ci sarebbero nemmeno dei requisiti minimi particolari da rispettare.

Gli utenti saranno chiamati solo a pagare le normali tariffe per l’utilizzo di questi servizi come le classiche commissioni per i prelevamenti di denaro attraverso un circuito ATM che non fa riferimento a PayPal.

Secondo Bill Ready, COO di PayPal, la società non ha intenzione di sostituirsi alle banche tradizionali ma vuole solamente offrire nuove opportunità ai suoi clienti, sopratutto a chi oggi non ha un conto corrente o una carta di credito o di debito.

Il lancio ufficiale dei nuovi servizi dovrebbe avvenire attorno alla metà del 2018.

Fonte: The Verge • Via: TechCrunch • Immagine: Ink Drop