QR code per la pagina originale

YouTube: è sparito Despacito

Il video più visto nella storia di YouTube, Despacito, è temporaneamente sparito per un attacco hacker insieme ai video di Shakira, Drake e altri ancora.

,

Il video di YouTube più visto di tutti i tempi è temporaneamente sparito in seguito a un attacco hacker: si tratta di Despacito, il filmato del noto brano musicale di Luis Fonsi e Daddy Yankee divenuto un vero e proprio tormentone nel 2017, eliminato insieme ad altri video di una dozzina di artisti tra cui Shakira, Drake, Selena Gomez.

Le immagini sono state sostituite dalla foto di una scesa de “La casa di carta” (in onda su Netflix) e con la frase “Free Palestine”.

Cinque miliardi di visualizzazioni per il solo video di Despacito sono spariti per un po’ in seguito all’operazione condotta da due hacker, Prosox e Kuroi’sh, che su Twitter affermano di averlo fatto per puro divertimento e di aver utilizzato solo uno script per modificare il titolo dei video:

Rimossi provvisoriamente anche da YouTube molti altri video musicali popolari, tra cui brani di Chris Brown, Shakira, DJ Snake, Selena Gomez, Drake, Katy Perry e Taylor Swift, anche se alcuni di questi sono ancora disponibili ma presentano titoli illeggibili e immagini in miniatura. Cliccando sulla foto sostitutiva, video come Despacito non erano invece più disponibili. Questo è quanto appariva al momento dell’hack:

despacito-vevo

Una scena de “La casa di carta” al posto del video di Despacito su YouTube, che è stato hackerato. (immagine: YouTube).

Adesso la situazione sembra essere stata ripristinata, ma vi è da notare che tutti i video interessati dall’operazione degli hacker sono stati caricati negli account VeVo di ogni artista ma non è chiaro se vi sia un exploit più ampio che potrebbe interessare tutti gli altri filmati dei cantanti che utilizzano la piattaforma VeVo.

Il video di Despacito ha raggiunto la pietra miliare di diventare il primo video di YouTube nella storia a ottenere ben 5 miliardi di visualizzazioni. Contattata a riguardo, Google – proprietaria di YouTube – non ha ancora fornito alcun commento circa quanto avvenuto.

Fonte: The Verge • Via: Indipendent • Immagine: YouTube