QR code per la pagina originale

Instagram permetterà il download dei dati

Instagram ha annunciato che sta sviluppando un tool che permetterà agli iscritti di poter scaricare tutti i dati che hanno condiviso con la piattaforma.

,

Instagram sta sviluppando un nuovo strumento che permetterà ai suoi iscritti di poter scaricare una copia di tutti i loro dati che hanno condiviso all’interno del social network. Uno strumento che dovrebbe funzionare in maniera molto simile a quello che da tempo gli utenti hanno a disposizione all’interno di Facebook. Questo tool dovrebbe anche aiutare gli utenti a capire esattamente quanti dati hanno effettivamente condiviso con la piattaforma da quando si sono iscritti. Dati che includono, ovviamente, anche tutte le foto ed i video.

Questo nuovo strumento permetterà ad Instagram non solo di offrire una maggiore trasparenza verso i suoi iscritti ma anche di rispettare l’imminente nuovo regolamento europeo sulla privacy dei dati, il ben noto GDPR che tra le altre cose richiede che gli utenti possano esportare tutti i loro dati condivisi. Informazioni che su richiesta degli utenti devono poter essere anche cancellate. Instagram, sino ad ora, ha sempre reso molto difficile l’esportazione dei dati degli iscritti. Per esempio, non è possibile salvare le immagini e non è possibile scaricare le foto già pubblicate. A titolo di confronto, Facebook permette la pratica del download dei dati sin dal lontano 2010.

Instagram non ha condiviso ancora tutti i dettagli di questo strumento. Per esempio, non è chiaro se le foto che si potranno scaricare saranno quelle originali o una versione a bassa risoluzione. Trattasi, in ogni caso, di un importante passo in avanti per migliorare la gestione dei dati personali degli iscritti.

Inoltre, questo permetterà di poter fare a meno di app di terze parti pensate proprio per il download dei dati da Instagram. App che oggi accedono liberamente a moltissimi dati degli utenti che non sanno se queste informazioni possano poi essere utilizzate in maniera illecita.

Fonte: TechCrunch • Via: The Verge • Immagine: bigtunaonline via iStock