QR code per la pagina originale

Microsoft, maggiore impegno nello sviluppo di Edge

Microsoft avrebbe deciso di ridurre lo sviluppo di alcune applicazioni di Windows 10 per dare maggiore spazio al lavoro sul browser Edge.

,

Microsoft starebbe riorganizzando il lavoro interno dello sviluppo delle applicazioni di Windows 10 per dare maggiore peso al lavoro di sviluppo del suo browser Edge. Secondo la fonte, tra le prime conseguenze della riorganizzazione interna che ha visto l’uscita di Terry Myerson ci sarebbe quella che vedrebbe spostare alcuni ingegneri che lavorano alle app di Windows 10 al team di sviluppo di Edge.

Il report non è molto chiaro su quali app potrebbero risentire di questa riorganizzazione interna. Si parla esplicitamente di app minori come quelle legate al meteo ed alla finanza. Non si tratterebbe, quindi, di una riorganizzazione che possa pregiudicare lo sviluppo delle app di Windows 10 più importanti anche se non c’è l’assoluta certezza che questa ristrutturazione interna possa non riguardare anche app di maggiore spessore come quelle legate alla posta ed al calendario. Tuttavia, il fatto che si intenda accelerare lo sviluppo di Edge non è certamente una cattiva notizia in quanto il browser ha bisogno sicuramente di un maggiore lavoro di affinamento per poter davvero competere alla pari con gli altri browser della rete come Chrome e Firefox.

Il team di sviluppo di Edge dovrebbe anche essere rafforzato dagli sviluppatori che lavoravano ad alcune funzionalità di Windows 10 Redstone 5 ma che poi sono state cancellate.

Inoltre, Microsoft continuerà a dare priorità alle funzionalità aziendali rispetto a quelle per i consumatori. Nel complesso non si tratterebbe di una cattiva notizia perché questa riorganizzazione interna potrebbe spostare le risorse giuste per accelerare il lavoro su soluzioni che potrebbero, alla fine, portare un valore aggiunto per tutti quanti.

Ovviamente, Microsoft non ha voluto commentare queste indiscrezioni ma appare chiaro che a seguito della partenza di Terry Myerson, lo sviluppo di Windows 10 potrebbe prendere una strada ben differente.

Fonte: Thurrott