QR code per la pagina originale

AMD presenta i nuovi processori Ryzen per desktop

Ryzen 7 2700X/2700 (otto core) e Ryzen 5 2600X/2600 (sei core) sono i nuovi processori AMD per desktop basati sull'architettura Zen+ a 12 nanometri.

,

AMD ha annunciato i processori Ryzen per desktop di seconda generazione (Pinnacle Ridge). Sono quattro i modelli che utenti possono già ordinare, in attesa dell’arrivo ufficiale sul mercato previsto per il 19 aprile. Grazie all’uso di una migliore tecnologia di processo, il chipmaker ha incrementato le frequenze di clock rispetto alla prima generazione. Per l’occasione è stato presentato anche il nuovo chipset X470 per schede madri con socket AM4.

I Ryzen 7 2700X/2700 e Ryzen 5 2600X/2600 sono stati realizzati con processo a 12 nanometri LP di GlobalFoundries (architettura Zen+). L’utilizzo di una tecnologia più raffinata ha permesso di incrementare le frequenze. I Ryzen 7 2700X/2700 (TDP 65/105 Watt) integrano otto core (sedici thread) a 3,7/3,2 GHz che raggiungono 4,3/4,1 GHz in modalità Turbo. I sei core (dodici thread) dei Ryzen 5 2600X/2600 (TDP 95/65 Watt) funzionano invece a 3,6/4,2 GHz e 3,4/3,9 GHz, rispettivamente. I Ryzen 7 integrano 20 MB di cache (4 L2 + 16 L3), mentre i Ryzen 5 hanno 1 MB di cache L2 in meno.

A differenza della serie 1000, tutti i nuovi Ryzen 2000 sono venduti con un dissipatore Wraith: Stealth per Ryzen 5 2600, Spire per Ryzen 5 2600X, Spire con LED RGB per Ryzen 7 2700 e Prism con LED RGB per Ryzen 7 2700X. I processori possono essere installati sulle schede madri con chipset AMD serie 300, previo aggiornamento del BIOS. I principali produttori annunceranno nuove schede madri con chipset AMD X470 che consentirà di sfruttare la tecnologia AMD StoreMI. Sui PC con SSD e hard disk sarà possibile combinare i due tipi di storage in una singola unità attraverso lo spostamento automatico dei dati sul disco a stato solido.

AMD rilascerà maggiori informazioni il 19 aprile. A partire da questa data verranno pubblicate tutte le recensioni che consentiranno di confrontare i nuovi processori con quelli di Intel.

Fonte: AMD