QR code per la pagina originale

Microsoft porta il suo antivirus su Chrome

Microsoft ha rilasciato un'estensione per Chrome che porta la protezione di Windows Defender all'interno del browser di Google.

,

Microsoft ha deciso di offrire a tutti coloro che utilizzano il browser Google Chrome la protezione del suo rinomato Windows Defender Antivirus. Per farlo, il gigante del software ha deciso di rilasciare una particolare estensione per il browser di Google per migliorare la sicurezza della navigazione degli utenti. L’estensione è progettata per impedire che gli utenti clicchino su link che possono reindirizzare verso siti contenenti malware e per bloccare il fenomeno del phishing.

Questa estensione può sembrare superflua visto che Chrome dispone nativamente di un sistema similare, ma Microsoft afferma che la protezione di Windows Defender contro il phishing è efficiente al 99% e quindi tutti coloro che cercano un livello di protezione maggiore potrebbero pensare di decidere di provare questa piccola estensione. L’estensione si installa con un click ed offre un sistema di protezione in tempo reale. Dunque, una volta attiva, qualora l’utente decidesse di cliccare su di un link sospetto e potenzialmente pericoloso, l’estensione avviserà di non procedere oltre. Questa estensione è disponibile al download gratuito attraverso il Chrome Web Store.

La scelta di rilasciare un’estensione di questa natura per il browser Chrome è molto curiosa, tuttavia va nella direzione di voler offrire agli utenti che utilizzano la sua piattaforma sempre il massimo livello di protezione possibile, indipendentemente dal browser utilizzato. Con Satya Nadella, infatti, Microsoft è “uscita dal suo recinto” per offrire le sue soluzioni e servizi anche all’interno di altri programmi o piattaforme, come in questo caso.

Inoltre, questa estensione permette di far conoscere a tutti gli utenti i vantaggi e le potenzialità di Windows Defender Antivirus che in particolare su Windows 10 offre un livello di sicurezza di altissimo livello, tanto che può essere tranquillamente utilizzato al posto dei canonici antivirus.

Fonte: The Verge • Immagine: gmutlu via iStock