QR code per la pagina originale

Square compra il site-builder Weebly

Square compra Weebly espandendo così la sua offerta: dai pagamenti mobile a uno strumento per creare siti Web professionali ed e-commerce senza competenze.

,

La società di pagamenti mobile Square ha annunciato di aver chiuso un accordo per acquisire Weebly, una società tecnologica con sede a San Francisco che fornisce ai clienti strumenti per creare facilmente un sito Web professionale o un negozio online. Per acquisirla, pagherà 365 milioni di dollari in contanti e azioni.

Guidata dal CEO di Twitter Jack Dorsey, Square utilizzerà i dipendenti e le tecnologie di Weebly per ampliare la propria offerta di servizi andando al di là dei pagamenti mobile, dando così ai piccoli imprenditori tutto ciò di cui hanno bisogno per creare una presenza online professionale e promuovere i propri business. Al momento, Weebly dispone di milioni di clienti in tutto il globo, di cui 625 mila hanno sottoscritto un abbonamento a pagamento. E dato che il 40% di questi ultimi risiedono fuori dagli Stati Uniti, la mossa aiuterà Square a espandersi globalmente.

Dalla gestione degli ordini, degli appuntamenti e dei pagamenti alla realizzazione di un sito Web, la gestione di un’impresa è complessa e gli imprenditori di tutto il mondo vogliono strumenti potenti e intuitivi. Che si tratti di un artista, un produttore di vino o un parrucchiere, i venditori di Square e Weebly avranno una soluzione coesiva per costruire il loro business.

La tecnologia di punta di Square è un lettore di carte di credito che trasforma smartphone o tablet in un dispositivo mobile per i pagamenti; è popolare soprattutto tra i piccoli commercianti in quanto consente loro di elaborare le transazioni effettuate con le carte di credito dei clienti senza dover disporre di un registratore di cassa o di sistemi costosi. Spiega Jack Dorsey il senso dell’acquisizione di Weebly:

Square ha iniziato il suo viaggio con le soluzioni di persona mentre Weebly ha iniziato il suo viaggio online. Da allora, entrambi abbiamo creato servizi per collegare questi canali e possiamo andare ancora più lontano e più velocemente insieme.

Fonte: Business Wire • Via: TechCrunch • Immagine: justock | iStock