QR code per la pagina originale

Netcomm Forum 2018, per spingere sull’e-commerce

Il trend dell'e-commerce in Italia è positivo e cresce ogni anno, ma occorre una maggiore consapevolezza su come sfruttarlo: se ne parla al Netcomm Forum.

,

L’e-commerce continua a crescere in Italia rappresentando una buona opportunità per le aziende che possono in tal modo cercare di sfruttare gli effetti dell’online sul commercio: il valore degli acquisti sul Web da parte dei consumatori italiani ha raggiunto infatti nel 2017 i 23,6 miliardi di euro, con un incremento del 17% rispetto al 2016. Trend e dinamiche che stanno disegnando il settore del digital retail saranno al centro dell’attenzione durante il Netcomm Forum, in programma il 30 e il 31 maggio in quel di Milano.

Le tecnologie e l’esponenziale crescita delle vendite online stanno aprendo nuove strade non solo alle aziende più grandi ma anche alle startup ma il contesto competitivo sta diventando sempre più complesso. I modelli di business stanno infatti cambiando rapidamente e facilitando l’ingresso di nuovi player ma per parlare di un e-commerce effettivamente competitivo e maturo in Italia occorre consapevolezza sugli strumenti per espandersi commercialmente, sulle tecnologie a disposizione, la conoscenza dei trend tecnologici, delle possibilità di export, dei sistemi di pagamento e altro ancora.

Sono proprio questi gli obiettivi del Netcomm Forum di quest’anno. «Il #NetcommForum ha l’obiettivo di fornire agli operatori del settore tutti gli strumenti e le informazioni utili affinché possano essere parte attiva di un processo di evoluzione digitale inarrestabile che li porterà a creare nuove prospettive per il loro business», spiega Roberto Liscia, Presidente del consorzio.

Nelle due giornate del 30 e 31 maggio largo dunque a un palinsesto che comprende sessioni plenari, seminari, presentazioni di studi sull’e-commerce e case history di aziende che hanno saputo cogliere le opportunità del commercio digitale: sono circa 80 gli appuntamenti in calendario dedicati agli argomenti chiave di tale opportunità, come ad esempio il digital retail, le esportazioni tramite e-commerce, le startup del settore, l’analisi di segmenti verticali e pagamenti online.

Nonostante i trend positivi registrati nel 2017, l’e-commerce in Italia continua a restare un passo indietro rispetto ai maggiori Paesi d’Europa, in primis Regno Unito, Germania e Francia. Raggiungere potenziali clienti dislocati in tutto il mondo, non limitandosi più alla vendita ai soli consumatori che si trovano nelle zone limitrofe all’attività, è però oggi divenuto indispensabile per la sopravvivenza di attività di numerosi settori, come moda e abbigliamento, salute e benessere, alimentare, editoria, elettronica, turismo, tempo libero e altre ancora.

Immagine: cnythzi | iStock