QR code per la pagina originale

Snapdragon 850 in esclusiva per Windows 10 ARM

Qualcomm starebbe progettando per i dispositivi Windows 10 ARM il processore Snapdragon 850 in grado di offrire più potenza.

,

Sembra che la collaborazione tra Qualcomm e Microsoft stia portando il produttore di processori a realizzare una CPU esclusiva per la piattaforma Windows 10 ARM. Si tratterebbe del processore Qualcomm Snapdragon 850 che dovrebbe essere lanciato nella seconda metà del 2018. Secondo il rapporto del sito tedesco WinFuture, lo Snapdragon 850 sarà disponibile solo per i dispositivi Windows e sarà più performante dello Snapdragon 845, attualmente la punta di diamante di Qualcomm nel settore mobile.

Secondo alcuni Benchmark emersi da Geekbench, il nuovo Snapdragon 850 risulterebbe effettivamente essere più veloce e funzionare ad una frequenza massima di 3,0 GHz. Dell, HP, Lenovo e ASUS saranno i costruttori che sfrutteranno questo nuovo processore e starebbero già sviluppando i loro nuovi prodotti basati su questa piattaforma hardware. Il processore Snapdragon 850, comunque, sarebbe solamente una variante dello Snapdragon 845 con un clock maggiore e con un sistema di dissipazione del calore più sofisticato che meglio si adatterebbe al form factor dei notebook.

Non è chiaro quando i primi prodotti con questo nuovo processore potrebbero debuttare sul mercato ma la fonte afferma che potrebbero arrivare prima del previsto, forse già in estate.

Lo Snapdragon 850 potrebbe consentire di far fare ai PC Windows 10 ARM un importante salto qualitativo in termini di prestazioni. L’attuale prima generazione di questi prodotti non ha convinto, proprio in virtù di un’usabilità non ottimale dipesa da prestazioni poco convincenti.

L’attuale Snapdragon 835 farebbe fatica soprattutto a gestire l’emulatore che permette di eseguire le classiche applicazioni di Windows anche su piattaforma ARM. Con maggiore potenza, dunque, l’esperienza d’uso potrebbe migliorare sensibilmente e raggiungere quella standard di tutti i più classici PC Intel o AMD.

Il tutto senza inficiare l’elevata autonomia che contraddistingue questi interessanti prodotti Windows 10 che dispongono nativamente anche di connettività LTE.