QR code per la pagina originale

Facebook, musica nei video e novità Lip Sync Live

Facebook annuncia nuovi modi in cui le persone possono esprimersi con la musica nei loro video, inclusa una nuova funzione, Lip Sync Live: ecco i dettagli.

,

Facebook darà ai suoi utenti la possibilità di includere musica protetta da copyright all’interno dei video personali creati e condivisi all’interno della piattaforma scegliendo tra una varietà di brani, e di cantarli insieme agli artisti preferiti grazie a una nuova funzione attualmente in fase di test denominata Lip Sync Live. Non solo le persone, ma anche le etichette discografiche ne trarranno vantaggio dato che in tal modo si aprono miliardi di nuovi possibili flussi di entrate per l’industria musicale.

«Collaboriamo con aziende musicali di tutto il mondo per portare la musica a più esperienze su Facebook. Oggi stiamo annunciando nuovi modi in cui le persone possono esprimersi con la musica nei loro post, inclusa una nuova funzione, Lip Sync Live», ha dichiarato il team del social più popolare al globo attraverso un post sul blog ufficiale. La prima novità riguarda il fatto che ora Facebook dispone delle licenze di milioni di canzoni grazie agli accordi presi con le più importanti etichette musicali, tra cui la Universal Music Group, Sony / ATV, Global Music Rights, HFA / Rumblefish e Kobalt Music Publishing di SESAC e anche con diverse etichette indipendenti tra cui Merlin, The Beggars Group e Ingrooves.

Facebook sta dunque iniziando a dare la possibilità agli utenti di includere questi brani con licenza all’interno dei loro video, «aprendo più opzioni per la creatività e la condivisione dei ricordi con amici e familiari», si legge sul post. Il test è già stato avviato in alcuni mercati selezionati ma ci sono piani per estendere la feature a livello globale.

L’altra novità riguarda Lip Sync Live, che come suggerisce il nome consente alle persone che avviano un Facebook Live di sincronizzare le labbra con alcune delle loro canzoni preferite, con la possibilità di aggiungere descrizioni ed effetti per meglio personalizzare i video. La funzione viene avviata con centinaia di brani tra cui Welcome to the Jungle dei Guns N’ Roses, L’Avana di Camila Cabello, Happier di Ed Sheeran e God’s Plan di Drake, una feature che ricorda quelle dell’app Musical.ly o Dubsmash. Lip Sync Live è fruibile in modo semplice, per chi la vede già tra le opzioni di un Live: basta avviare una nuova diretta, selezionare una canzone dall’elenco, aggiungere una descrizione e/o effetti e iniziare a cantare; durante il live, gli amici potranno così scoprire nuovi brani e seguire facilmente l’artista su Facebook.

«Stiamo esplorando altri modi per portare la musica su Facebook», spiega l’azienda. Nei prossimi mesi, ad esempio, inizierà a testare la possibilità di aggiungere i brani musicali preferiti anche nelle Storie di Facebook.

Lip Sync Live

Posted by Facebook on Tuesday, June 5, 2018

Per l’industria musicale si aprono così nuove opportunità di monetizzazione. Mentre Facebook non ha rivelato i dettagli finanziari circa le sue operazioni con le case discografiche, la concessione in licenza di così tanti brani (e interi cataloghi) è solitamente una mossa particolarmente costosa. Questo è il motivo per cui Spotify, nonostante sia il più grande servizio di streaming musicale al mondo, non è ancora in grado di generare profitti se non tramite gli abbonamenti degli utenti.