QR code per la pagina originale

Ericsson Mobility Report: 5G pronto al debutto

Il nuovo Mobility Report di Ericsson evidenzia come le connessioni 5G siano quasi pronte al debutto commerciale ed il boom delle connessioni IoT.

,

Ericsson ha pubblicato il suo ultimo Mobility Report che focalizza la sua attenzione sul rollout commerciale del nuovo standard di comunicazione 5G e sulla crescita molto rapida del settore delle connessioni IoT. Secondo Ericsson, dunque, entro il 2023 saranno presenti oltre 3,5 miliardi i dispositivi IoT con connessione cellulare. Una crescita molto rapida dipesa, in particolar modo, dalle continue implementazioni su larga scala in Cina. A dare forte impulso a questo specifico settore anche le tecnologie IoT cellulari massive come NB-IoT e Cat-M1 che offrono ai provider l’opportunità di migliorare l’efficienza e aumentare il valore per il cliente.

Il report mette in evidenza come gli operatori hanno lanciato in tutto il mondo oltre 60 reti IoT cellulari utilizzando le reti LTE esistenti per supportare una vasta gamma di casi d’uso come la logistica in America e le smart city in Cina. Per quanto riguarda il debutto commerciale del 5G, Ericsson si aspetta che sia il Nord America a guidare la diffusione del nuovo standard di comunicazione. I principali operatori americani, infatti, prevedono di iniziare il lancio del 5G tra la fine del 2018 e la prima metà del 2019. Secondo l’ultimo Mobility Report di Ericsson, entro la fine del 2023, quasi il 50% di tutti gli abbonamenti mobili in Nord America sarà 5G. A seguire il Nord-Est asiatico al 34% con l’Europa occidentale molto lontana con un tasso di diffusione di appena il 21%.

A livello globale, comunque, il 5G troverà le sue principali implementazioni a partire dal 2020. Complessivamente, il report stima che entro il 2023 saranno oltre 1 miliardo gli abbonamenti 5G attivi, pari a circa il 12% di tutti gli abbonamenti mobili.

Grazie al debutto del 5G ed al contestuale aumento della velocità delle connessioni mobile, il traffico dati aumenterà di ben 8 volte raggiungendo la soglia di quasi 107 exabytes al mese. Entro il 2023, circa il 20% del traffico mobile sarà su rete 5G.

Ericsson prevede che la nuova rete sarà implementata innanzitutto all’interno delle aree urbane densamente popolate con banda larga mobile potenziata e accesso wireless fisso come primo utilizzo commerciale. I dispositivi 5G di prima generazione sono attesi dalla seconda metà del 2018. Gli smartphone con supporto al 5G in banda media arriveranno all’inizio del 2019, mentre quelli con supporto per le bande ad alto spettro arriveranno verso la metà del 2019.

Immagine: wonry via iStock