QR code per la pagina originale

LinkedIn, ecco le traduzioni automatiche dei post

LinkedIn ha appena aggiunto la funzionalità di traduzione automatica dei post scritti in una lingua diversa: oltre 60 le lingue supportate al lancio.

,

Nel creare un contatto con i clienti che vivono in un altro Paese, con colleghi che lavorano in un altro ufficio o con altri professionisti del proprio settore che si trovano all’estero, spesso e volentieri la lingua può essere un ostacolo: LinkedIn tenta di risolvere il problema aggiungendo le traduzioni dei post scritti in una lingua diversa dalla propria.

Una delle funzionalità più richieste di sempre dagli utenti di LinkedIn viene così implementata, con l’obiettivo di aiutare le persone a meglio rimanere in contatto e a mantenere relazioni professionali significative quando utilizzano un idioma diverso. Come annunciato ufficialmente sul blog ufficiale, da ora sarà più semplice comprendere tutte le conversazioni che si verificano all’interno del proprio feed sulla piattaforma, ma non solo:

I post in una lingua diversa da quella in cui parli ora mostreranno un pulsante “See Translation” all’interno del feed di LinkedIn, la sezione delle attività recenti sul profilo di qualcuno e la pagina dei dettagli del post.

L’opzione “Visualizza traduzione” viene mostrata in base a diversi fattori quali l’impostazione della lingua scelta, il Paese da cui si accede a LinkedIn, le lingue impostate sul proprio profilo personale e altre metriche. Quindi, il network professionale confronta la lingua con la quale ha identificato un post per vedere se potrebbe essere necessaria una traduzione e, eventualmente, per realizzarla, utilizza le API di Microsoft Text Analytics, un servizio parte di Azure Cognitive Service – che alimenta già le traduzioni su Bing, Skype e Microsoft Office.

LinkedIn-Translations-desktop-and-mobile

Al momento del lancio, la funzione di traduzione dei contenuti su LinkedIn è disponibile in oltre 60 lingue, tra cui lo spagnolo, l’italiano, il giapponese e il tedesco, per la maggior parte degli utenti dislocati in tutto il mondo e sia nella versione desktop che in quella mobile della piattaforma. Arriverà nelle prossime settimane anche nelle app LinkedIn per dispositivi con cuore iOS e Android e la società, di proprietà Microsoft, si dichiara al lavoro per aumentare il numero delle lingue supportate e la qualità delle traduzioni automatiche eseguite.

Si legge nel comunicato realizzato per l’occasione che:

Fare networking oggi è un’attività sempre più importante per i professionisti che sono alla ricerca di nuove opportunità di lavoro e di business. Grazie a questo nuovo tool ognuno degli oltre 562 milioni di utenti a livello globale, di cui oltre 11 milioni in Italia, potrà prendere parte a qualsiasi conversazione presente sulla piattaforma indipendentemente dalla lingua utilizzata. Questo permetterà loro, così, di interagire con chiunque in qualunque parte del mondo superando anche quelle barriere linguistiche che spesso possono precludere nuove importanti opportunità, rendendo ancora più facile espandere il proprio network in maniera semplice e veloce.

Fonte: LinkedIn blog • Immagine: Prykhodov | iStock