QR code per la pagina originale

Microsoft lavora ad auricolari simili agli AirPods

Un brevetto evidenzia che Microsoft potrebbe stare lavorando a degli auricolari molto simili agli AirPods di Apple ma ancora più smart.

,

Microsoft potrebbe stare lavorando a degli auricolari molto simili agli AirPods di Apple. La società, infatti, ha depositato un brevetto di un nuovo auricolare che ricorda quello di Apple anche se presenta innumerevoli ulteriori funzionalità. Brevetto richiesto nel 2017 ma solamente adesso pubblicato dall’ufficio brevetti degli Stati Uniti. La descrizione del brevetto è molto interessante perchè mette in mostra auricolari davvero innovativi. Trattandosi di un brevetto, comunque, non è detto che possa in qualche modo tradursi in realtà.

Il brevetto depositato da Microsoft mette in evidenza degli auricolari che consentirebbero di richiamare l’assistente digitale attraverso dei comandi vocali. Ad oggi, invece, gli auricolari della concorrenza, come gli AirPods, permettono di richiamare l’assistente attraverso un pulsante dedicato. I possibili futuri auricolari della casa di Redmond, da questo punto di vista, risulterebbero molto più smart. Anche se non è direttamente specificato, è molto probabile che sia Cortana l’assistente che si potrà richiamare attraverso questi auricolari. Ma l’innovazione descritta nel brevetto di Microsoft va ben oltre. Questi auricolari, infatti, non si limiterebbero a funzionare con gli smartphone ma anche con i televisori, le console Xbox e i set-top-box.

Microsoft lavora ad auricolari simili agli AirPods

Microsoft lavora ad auricolari simili agli AirPods (immagine: PatentlyApple).

Curiosamente, questi auricolari disporrebbero anche di un sensore per la temperatura in grado di rilevare quella dell’utente che gli indossa. Tra le possibilità di utilizzo smart, quelle che permetterebbero di ricevere informazioni sul traffico e sul meteo, oltre alla possibilità di poter gestire i promemoria degli impegni. Tutte funzionalità normalmente legate all’utilizzo degli assistenti digitali.

Come evidenziato in precedenza, trattandosi di un brevetto non è detto che questi auricolari possano vedere la luce. Tuttavia, se dovessero arrivare in commercio è possibile che lo facciano attraverso il brand Surface.

Fonte: Patently Apple • Via: MSPOWERUSER • Immagine: Seremin via iStock