QR code per la pagina originale

Data Transfer Project per la portabilità dei dati

Microsoft, Facebook, Google e Twitter lavoreranno ad uno strumento che permetterà di trasferire i dati degli utenti da un servizio online ad un altro.

,

Google, Facebook, Microsoft e Twitter hanno annunciato una nuova iniziativa comune denominata “Data Transfer Project“. Trattasi di un progetto congiunto open source il cui scopo è quello di aiutare gli utenti a spostare i propri dati tra i fornitori di servizi in modo sicuro e senza soluzione di continuità. Oggi, infatti, se si vuole passare da un servizio online ad un altro, non c’è un modo semplice per farlo.

Nella maggior parte dei casi bisogna scaricare i dati dal vecchio servizio per poi caricarli in quello nuovo. Microsoft, Facebook, Google e Twitter vogliono, dunque, fornire alle persone uno strumento che faciliti il passaggio dei dati da un servizio all’altro. Questo progetto open source creerà nuove funzionalità per la portabilità diretta dei dati tra i fornitori di servizi. L’obiettivo del progetto finale del progetto, dunque, è di consentire agli utenti di trasferire direttamente i loro dati da un qualsiasi fornitore di servizi ad un altro.

Trattandosi di un progetto open source, “Data Transfer Project” è aperto a tutti coloro che intendono parteciparvi. All’interno del “libro bianco” di questa iniziativa, Microsoft, Facebook, Google e Twitter hanno identificato una serie di principi chiave da seguire per l’interoperabilità e la portabilità dei dati.

Innanzitutto, gli strumenti di portabilità dei dati devono essere aperti e interoperabili con gli standard del settore e facili da trovare, intuitivi da usare e prontamente disponibili per gli utenti per trasferire facilmente i dati tra servizi o per scaricarli per i propri scopi.

I fornitori dei servizi devono disporre di solide misure di protezione della privacy per proteggersi da accessi non autorizzati o da altri tipi di frodi. Agli utenti è necessario comunicare in modo chiaro e conciso il modo in cui verranno utilizzati i dati e le pratiche relative alla privacy e alla sicurezza del servizio.

La portabilità dei dati deve concentrarsi sui dati che hanno utilità per i singoli utenti come i contenuti creati. Infine, la portabilità dei dati dovrebbe concentrarsi solo sulle informazioni direttamente collegate alla persona che richiede il trasferimento. La privacy deve essere sempre rispettata.

Microsoft, Facebook, Google e Twitter credono che la portabilità e l’interoperabilità siano fondamentali per l’innovazione e la concorrenza nel cloud, per consentire alle persone che desiderano passare ad un altro prodotto o servizio di farlo nel modo più semplice possibile. Un servizio che risulterà ancora più utile per tutte quelle persone che dispongono di scarsa connettività e non possono scaricare grandi quantità di dati.

Il progetto è ancora all’inizio ma i partner sperano che altre aziende intendano collaborare al suo sviluppo per offrire nuovi servizi alle persone. In futuro, dunque, le persone potranno passare da un servizio all’altro facilmente e rapidamente, portando con loro tutti i dati che saranno trasferiti automaticamente.

Fonte: Microsoft • Immagine: metamorworks via iStock