QR code per la pagina originale

Facebook, un satellite per connettere il mondo

Facebook vuole connettere tutto il mondo utilizzando satelliti in grado di offrire l'accesso ad Internet dove la banda larga è rara o quasi assente.

,

Facebook vuole connettere tutti attraverso l’utilizzo di satelliti. Alcune settimane fa, la società di Mark Zuckerberg annunciò la fine del progetto “Aquila” volto ad offrire connettività Internet attraverso l’utilizzo di speciali droni volanti alimentati da energia solare. Un progetto molto innovativo che, però, nel corso del tempo aveva avuto diversi problemi. Proprio per questo, il social network aveva deciso di chiudere questo progetto anche se quanto imparato non sarebbe andato perso. Facebook, infatti, lavorerà con diversi partner come Airbus con l’obiettivo di aiutare a far avanzare progetti come Aquila.

Tuttavia, chi pensava che il social network volesse mettere la parola fine al suo progetto più grande di portare Internet nelle zone più remote del mondo dove le classiche forme di connettività non sono disponibili, si sbagliava. Anche se la società di Mark Zuckerberg ha messo la parola fine al progetto Aquila, continuerà a lavorare per voler portare connettività Internet a tutti attraverso l’utilizzo di speciali satelliti. Un progetto, forse, meno innovativo ma sicuramente più efficace e semplice da realizzare.

Secondo quanto scoperto da Wired, il social network starebbe lavorando ad un satellite in grado di fornire connettività Internet nei Paesi dove non è disponibile un classico accesso a banda larga. Il nome provvisorio di questo progetto è “Athena”. Su quanto fatto emergere dalla fonte, Facebook ha voluto semplicemente dichiarare che non ha, per il momento, nulla di specifico da condividere. Tuttavia, il social network ha, anche, affermato che la tecnologia satellitare sarà un importante fattore abilitante della prossima generazione di infrastrutture a banda larga in quanto permetterà di portare connettività nei Paese dove Internet è poco presente o inesistente.

Secondo un rapporto dello scorso settembre, più della metà della Terra non dispone di un accesso ad Internet e l’unico modo per fornire connettività a banda larga sarebbe quello di utilizzare dei speciali satelliti adibiti ad offrire un collegamento alla rete per le persone che si trovano in queste aree.

Trattasi di un settore in forte fermento. Oltre a Facebook, anche SpaceX sta già lavorando ad una sua galassia di satelliti in grado di offrire connettività Internet. L’azienda di Elon Musk ha già lanciato i primi satelliti lo scorso mese di febbraio.

Fonte: The Verge • Immagine: Inok via iStock