QR code per la pagina originale

Facebook, Twitter e Google in Senato per i post russi

I leader di Facebook, Google e Twitter chiamati a testimoniare al Comitato per l'Intelligence del Senato per le interferenze russe durante le elezioni USA.

,

I dirigenti tecnici di Google, Facebook e Twitter dovranno tornare a Capitol Hill per testimoniare di fronte al Senato degli Stati Uniti circa le interferenze russe sulle loro piattaforme durante le elezioni presidenziali del 2016.

I leader di Facebook, Twitter e Google probabilmente testimonieranno davanti ai legislatori USA nel mese di settembre, secondo quanto comunicato dal presidente della commissione Richard Burr. «Non conosco la data esatta ma sarà nella prima settimana», ha dichiarato a BuzzFeed News nelle scorse ore. Mark Zuckerberg non sarebbe stato invitato: per Facebook, apparirà il Chief Operating Officer Sheryl Sandberg, che si unirà a Jack Dorsey CEO di Twitter; il CEO di Google Sundar Pichai non avrebbe ancora risposto all’invito.

Facebook e Twitter non hanno voluto commentare e un rappresentante di Google non ha risposto alle richieste di commento, ma la nuova audizione si riterrebbe necessaria perché il Congresso sta indagando sulle responsabilità delle aziende tecnologiche della Silicon Valley per l’influenza che la Russia è stata in grado di esercitare utilizzando le loro piattaforme durante le elezioni statunitensi del 2016, che hanno portato alla vittoria di Donald Trump.

I dirigenti della Silicon Valley hanno già viaggiato diverse volte a Washington per discutere di questi problemi, e alcuni di loro hanno già testimoniato davanti al Congresso. A novembre, i rappresentanti di queste società sono apparsi davanti al comitato giudiziario del Senato. Tuttavia, questa sarà la prima volta che i dirigenti di queste aziende testimonieranno davanti al Comitato per l’Intelligence del Senato.