Telefonia mobile, giù i prezzi del 20% in due mesi

Uno studio dell’Ossevatorio SosTariffe.it evidenzia come Iliad e Ho. Mobile abbiano causato un crollo dei costi delle tariffe della telefonia mobile.

Iliad ha dato il via ad una vera e propria rivoluzione del settore della telefonia mobile in Italia che ha portato ad una serie di ribassi a catena dei prezzi delle tariffe. Una “guerra tariffaria” che è stata accentuata anche dall’arrivo di Ho. Mobile, l’operatore virtuale di Vodafone nato esplicitamente per fronteggiare i francesi con tariffe altrettanto low cost ma ricche di contenuti. L’Osservatorio SosTariffe.it ha voluto studiare più da vicino questo fenomeno ed è arrivato a rilevare come negli ultimi 60 giorni i costi dei pacchetti sono scesi in media del 20,5%, mentre i GB offerti sono aumentati di quasi il 60%.

Trattasi di un dato davvero rilevante, soprattutto alla luce del fatto che il mercato della telefonia mobile in Italia sembrava oramai ben assestato. Ma l’arrivo di Iliad prima e di Ho. Mobile poi, ha rotto questo equilibrio. Durante gli ultimi due mesi, per replicare alle nuove tariffe low cost, le offerte dei principali operatori hanno subito un drastico calo di prezzi (-20,5%), inoltre, i pacchetti proposti dalle compagnie sono diventati più ricchi. Al tempo stesso sono aumentati i Giga offerti (+59,6%), gli SMS a disposizione (+13,5%), anche se i pacchetti con messaggi inclusi sono sempre meno. Per parlare in libertà, gli operatori offrono anche più minuti di conversazione (+29,5%).

Telefonia mobile, giù i prezzi del 20% in due mesi
Telefonia mobile, giù i prezzi del 20% in due mesi

Iliad e Ho. Mobile, dunque, hanno ridisegnato il panorama della telefonia mobile spingendo gli altri player del mercato a rendere maggiormente competitive le loro offerte. A questi due operatori si può aggiungere anche Kena Mobile, l’operatore virtuale di TIM, che ha reso decisamente molto più attraenti le sue tariffe per trovare maggiormente spazio in questa contesa. Anche l’operatore virtuale di TIM, dunque, ha contribuito a far abbassare sensibilmente i prezzi medi del mercato.

Rispetto a due mesi fa, dunque, le principali tariffe ricaricabili di TIM, Vodafone, Wind, H3G e Iliad allettano i clienti includendo molti più minuti e internet. Il costo medio mensile è passato da 12,41 euro a 9,11 euro. Tuttavia, le tariffe offrono molto di più: i minuti inclusi, da 1.853 sono diventati 2.232. Gli SMS offerti, a maggio 2018 erano 904, mentre ora sono saliti a 1190 al mese. I GB di internet sono aumentati del 58%, da una media di 12 a una di 19 al mese.

Questo significa che, oggi, mediamente, le offerte dei maggiori operatori sono molto più convenienti che in passato. Un calo che ha colpito anche gli altri operatori virtuali che hanno dovuto a loro volta adeguare le loro offerte per rimanere competitivi nei confronti di Iliad, Ho. Mobile e Kena Mobile.

Ti potrebbe interessare