QR code per la pagina originale

Google, nuovi snippet mostrano informazioni utili

Google aggiunge snippet con argomenti secondari pertinenti ad alcune query per un accesso più rapido alle domande più comuni sul motore di ricerca.

,

Google ha appena annunciato in via ufficiale una nuova forma di snippet in primo piano volti a mostrare aspetti utili correlati all’argomento chiave oggetto della ricerca. Si tratta di un nuovo modo per accedere rapidamente alle informazioni pertinenti e aiutare a dare un’occhiata a più aspetti di una query con una singola ricerca.

La nuova funzione è stata annunciata attraverso un post sul blog ufficiale di Google, non sembra essere al momento disponibile anche in Italia ma è lecito supporre che arrivi anche qui a breve. Nello specifico, quando un utente cercherà qualcosa sul motore di ricerca, noterà uno snippet sulla destra con una serie di argomenti secondari rilevanti da esplorare. Per meglio esplicare la feature, la compagnia californiana fa, negli USA, l’esempio della query “Quartz vs granite”:

Immagina di rimodellare la tua cucina e di volere informazioni su come il quarzo si rapporta al granito per i tuoi nuovi controsoffitti. Certo, Google può dirti cosa sono il quarzo e il granito, ma forse non è quello che avevi in ​​mente. È probabile che tu speri di saperne di più sulle differenze in termini di costi, benefici e durata di ciascuno di essi, e potresti cercare indicazioni su altri argomenti secondari da esplorare.

Per questi tipi di query, stiamo introducendo un nuovo modo per accedere rapidamente alle informazioni pertinenti e aiutarti a dare un’occhiata a più aspetti di un argomento con una singola ricerca.

google-quartz-vs-granite

Ecco cosa mostra il nuovo snippet per la query “quartz vs granite” sul motore di ricerca Google. (immagine: Google Blog).

Tuttavia, non è necessaria una query “vs” (ovvero di confronto) per attivare il nuovo snippet. Come altro esempio, quando un utente cercherà “fondo d’emergenza”, otterrà una visione rapida delle informazioni relative alle dimensioni, alla mission e all’importanza di un fondo di emergenza, con la possibilità di eseguire più facilmente un clic sui link alle fonti considerate più pertinenti all’intento di ricerca.

Questo nuovo formato è pensato per guidarti con ciò che intendiamo essere aspetti comuni e utili dell’argomento e aiutarti a setacciare le informazioni disponibili, il tutto con l’obiettivo di fornire i risultati più pertinenti per te.

In ottica SEO, come rientrare in questi snippet? Lo accenna Google nel suo post: «questi nuovi snippet vengono generati automaticamente in base alla nostra comprensione di questi argomenti dai contenuti sul Web», dunque la risposta chiave è: creare il miglior contenuto. L’azienda sottolinea che l’annuncio odierno è parte di uno sforzo continuo per fornire risultati più completi alle proprie domande: per adesso, lo snippet sembra esser mostrato solo su alcune query da dispositivi mobile, ma Google afferma che sarà implementato in modo più ampio nei prossimi giorni.

Fonte: Google Blog • Via: TechCrunch • Immagine: Ivanko_Brnjakovic | iStock