QR code per la pagina originale

Open Fiber, 4 milioni di case cablate per il 2018

Open Fiber cablerà entro la fine del 2018 con la fibra ottica 4 milioni di case che potranno accedere a soluzioni di connettività a banda ultralarga.

,

4 milioni di case cablate con la fibra ottica entro il 2018. Questo è l’obiettivo che si è posto Open Fiber che sta proseguendo senza sosta il suo lavoro di portare la fibra ottica sin dentro le case degli italiani. L’annuncio di questo ambizioso obiettivo è stato dato Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel, a margine del Forum Ambrosetti in corso a Cerbonnio. Starace ha anche aggiunto che Open Fiber è perfettamente in linea con il suo programma di lavoro. Bocche cucite, nonostante le pressanti domande dei giornalisti, sull’eventuale progetto di realizzare una newco con TIM quando effettuerà lo scorporo della sua rete in una società parallela, per accelerare ulteriormente la cablatura con la fibra ottica dell’Italia.

L’AD di Enel ha anche evidenziato come Open Fiber abbia ottenuto un importante finanziamento di 3,5 miliardi di euro per portare avanti il suo progetto di cablatura. Trattasi della più grande operazione finanziaria strutturata per lo sviluppo di una rete in fibra non solo in Europa ma in tutta l’area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa). La maxi operazione finanziaria coinvolge un pool di banche commerciali, la Cassa depositi e prestiti e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI). L’obiettivo finale di Open Fiber è quello di riuscire a portare la fibra ottica a circa 19,5 milioni di unità immobiliari nelle aree urbane (cluster A e B), ma anche in quelle più periferiche (cluster C e D).

Quanto affermato da Francesco Starace è molto importante perché ribadisce ancora una volta l’importanza del progetto che Open Fiber sta portando avanti in Italia per offrire ai cittadini ed alle imprese la possibilità di accedere alla connettività a banda ultralarga che permette di abilitare tutta una serie di servizi di valore aggiunto.

Si ricorda, che Open Fiber non offrirà direttamente soluzioni di connettività in quanto si occuperà solamente della creazione, gestione e manutenzione della rete in fibra ottica. Gli abbonamenti ad Internet saranno offerti al pubblico dai partner di Open Fiber come Vodafone e Wind Tre.