QR code per la pagina originale

AGCOM, esenzioni Polcevera e sisma Ischia

AGCOM ha ordinato le esenzioni dai pagamenti dei servizi di telefonia fissa per chi è stato colpito dal crollo del Polcevera e dal sisma dell'Ischia.

,

Notizie positive per le popolazioni colpite dal crollo del Viadotto Polcevera e dal sisma che ha interessato l’isola di Ischia. AGCOM, infatti, ha stabilito l’esenzione dal pagamento delle fatture per i servizi di telefonia fissa a favore di utenti le cui abitazioni sono state dichiarate inagibili a seguito del crollo del Viadotto Polcevera del 14 agosto 2018 e del sisma che ha coinvolto i comuni ischitani di Casamicciola terme, Forio e Lacco Ameno, il 21 agosto 2017.

L’iniziativa dell’AGCOM riguarda sia le famiglie che le imprese e rimarrà valida per il periodo che intercorre tra l’ordinanza di inagibilità o di sgombero dal fabbricato (casa, studio professionale o azienda) ed il momento in cui tale ordinanza sarà revocata. Questo quanto previsto dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in attuazione delle disposizioni introdotte dalla legge di conversione del decreto legge n. 109/18 che attribuiscono ad AGCOM il potere di prevedere esenzioni dal pagamento delle “forniture di telefonia” in favore dei nuclei familiari le cui abitazioni sono state dichiarate inagibili a causa del crollo del viadotto Polcevera e del sisma che nel 2017 ha colpito alcuni comuni dell’isola di Ischia.

La delibera 587/18/CONS riconosce l’esenzione dal pagamento delle fatture per il servizio di telefonia fissa a tutti i proprietari di immobili o in essi residenti o domiciliati che in conseguenza del crollo e del sisma presentino all’operatore la documentazione che attesti lo stato di inagibilità o lo sgombero dal fabbricato, casa, studio professionale o azienda. Per tali utenti è stata altresì prevista la possibilità di accedere, in qualsiasi momento, ad una delle seguenti misure gratuite: recesso dal servizio o trasloco ad altra sede, con mantenimento della numerazione ove tecnicamente possibile.