QR code per la pagina originale

Instagram, lo scorrimento orizzontale è un errore

Instagram ha spiazzato tutti proponendo un aggiornamento a sorpresa che ha introdotto lo scorrimento orizzontale dei post, anche se per poco.

,

Basta poco per far impazzire letteralmente l’utenza, lo ha fatto Instagram nella giornata di ieri. Durante la giornata del 27 dicembre diversi utenti del social network delle immagini hanno notato un sostanziale cambiamento all’interfaccia: lo scorrimento delle foto era organizzato in orizzontale e non in verticale.

Ne abbiamo già parlato in passato, Instagram per esempio ha testato la funzione Tap to advance, per avanzare con una semplice pressione. In passato si è parlato anche della funzione di scorrimento orizzontale, quindi in molti hanno pensato che questo aggiornamento fosse quello definitivo per tutti. Così non è stato, perché durante la serata l’app è tornata “normale”, quindi con scorrimento verticale per tutti gli utenti: è stato solo un errore.

La stessa Instagram ha infatti annunciato sui suoi account ufficiali, scusandosi su Twitter, che quello dello scorrimento orizzontale doveva essere solo un piccolo test, ma un bug lo ha esteso a molti più profili. Già lo scorso ottobre sono stati effettuati dei test ma solo nella sezione Esplora, cioè quella in cui poter scoprire nuovi profili o immagini presentate in base alle proprie preferenze.

Ovviamente l’utenza è andata in delirio, lamentandosi su Twitter di questo repentino cambiamento. Non potevano sapere ovviamente che era un errore, anche se lo scorrimento orizzontale è proprio pensato per stancare meno l’utente nella visione dei post. Si sa comunque che l’utenza reagisce in maniera scomposta ad ogni cambiamento e questo rappresenterebbe una novità che va a minare le fondamenta dell’app, almeno per alcuni. Chiaramente c’è già chi pensa che questo “errore” sia in realtà un test per constatare il parere degli utenti.

Attualmente non ci sono informazioni se e quando Instagram introdurrà questa novità, anche se da questo errore emerge un dato: l’utenza forse non la prenderà tanto bene.