QR code per la pagina originale

Windows 7, ancora un anno di vita

Microsoft terminerà il supporto ufficiale di Windows 7 il prossimo 14 gennaio 2020; il vecchio sistema operativo ha ancora un anno di vita.

,

Windows 7 ha ancora un solo anno di vita, almeno per quanto riguarda il supporto ufficiale. Microsoft, infatti, terminerà il supporto esteso di Windows 7 il prossimo 14 gennaio 2020. I clienti aziendali potranno estendere la possibilità di poter ricevere aggiornamenti di sicurezza per un massimo di ulteriori tre anni, ma questo supporto dovrà essere pagato per ogni dispositivo, con un aumento del prezzo ogni anno.

Disponibile dall’ottobre del 2009, Windows 7 è diventato molto presto una delle versioni più popolari ed apprezzate del sistema operativo di Microsoft. Nonostante siano passati 10 anni dal suo debutto, Windows 7 è ancora ampiamente utilizzato dagli utenti, soprattutto in ambito aziendale. Solo di recente Windows 10 è riuscito a superare Windows 7, un dato, questo, che la dice lunga sul grado di apprezzamento da parte delle persone. Il supporto Mainstream per Windows 7 si è concluso nel 2015 e questo significa che da allora il sistema operativo non ha ricevuto più alcuna novità ma solo aggiornamenti di sicurezza.

Tra un anno, dunque, Microsoft terminerà il supporto ufficiale a Windows 7. Questo non significa che il sistema operativo smetterà di funzionare. Gli utenti, infatti, potranno regolarmente continuare ad utilizzare i loro PC con questo sistema operativo.

Tuttavia, la casa di Redmond non rilascerà più aggiornamenti di sicurezza e questo significa che in breve tempo Windows 7 sarà esposto a rischi. Un grosso problema soprattutto per i PC aziendali. Proprio per questo Microsoft sta invitando i suoi clienti a pianificare per tempo il passaggio a Windows 10 che permetterà di poter godere di tante nuove funzionalità e soprattutto di una maggiore sicurezza.

C’è comunque una buona notizia per Windows 7. Microsoft rilascerà la futura nuova versione di Edge basata su Chromium anche per questo sistema operativo. Per chi continuerà ad utilizzare questa piattaforma software è quindi in dirittura d’arrivo una piccola ma interessante novità che non sarà solamente ad appannaggio del più recente Windows 10.

Fonte: Neowin • Immagine: wundervisuals via iStock