QR code per la pagina originale

AGCOM, 42 milioni di utenti al giorno su internet

Giornalmente in Italia si collegano a internet decine di milioni di persone e Facebook è il primo social network con 35,7 milioni di utenti unici.

,

Numeri in crescita per quanto riguarda gli accessi a internet in Italia. AGCOM, Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, nel suo Osservatorio delle comunicazioni ha indicato che nel mese di settembre 2018 sono stati 42,7 milioni gli utenti medi che giornalmente si sono collegati a internet. Il totale è 70 ore di navigazione mensile a persona.

Continua a crescere la platea dei social network: al primo posto si trova sempre Facebook con 35,7 milioni di utenti unici, seguito da Instagram con 22,3 milioni e LinkedIn 15,3 milioni. Instagram è comunque detenuta da Facebook, mentre LinkedIn, posseduto da Microsoft, si continua ad attestare come uno dei social in ascesa nel Bel Paese.

AGCOM ha aggiornato anche la situazione riguardo la qualità di connessioni di rete fissa. In generale e sempre tenendo conto della forbice temporale fino a settembre 2018, gli accessi complessivi alla rete telefonica fissa si sono ridotti di ottantamila unità rispetto al trimestre precedente. Su base annua invece, si sono ridotti di novantamila unità. L’Osservatorio ha rilevato dei mutamenti importanti nella composizione di tecnologie usate per la fornitura dei sevizi.

A settembre 2014 quasi il 95% della rete fissa era in rame, mentre nel 2018 questi sconoscessi del 62%. Si tratta di una flessione di 6,8 milioni di linee. Chiaramente nello stesso arco di tempo sono invece cresciuti gli accessi con tecnologie di qualità migliore.

In particolare sono cresciute le connessioni veloci, pari o superiori a30 Mbit al secondo. Si parla della fibra e delle tecnologie Fttc (Fiber To The Cabinet), che ha visto +5,5 milioni di unità, la Ftth (Fiber to the Home) con +460 mila unità e la Fwa (Fixed Wireless Access) con +660 mila di unità. Si trovano ancora sotto i 10 Mbit al secondo invece il 26,9% delle connessioni.

Immagine: FirmBee via Pixabay