QR code per la pagina originale

Farming Simulator diventa un eSport

Farming Simulator è la nuova ed impensabile new entry nel mondo degli eSport, con tanto di lega ad hoc e montepremi da 250 mila euro complessivi.

,

Nuova ed impensabile new entry nel mondo degli eSport: Farming Simulator, gioco manageriale che – per chi non lo sapesse – mette il giocatore nei panni di un contadino alle prese con tutti gli impegni che richiede la gestione di una fattoria.

Ad annunciarlo la stessa GIANTS Software, azienda che produce il gioco, la quale ha fatto sapere che il brand approderà nel mondo degli eSport con il secondo capitolo di Farming Simulator Championship, che cambia nome per l’occasione in “Farming Simulator League”.

La nuova lega eSport di Farming Simulator si comporrà di dieci tornei che si terranno in tutta Europa. Al termine della stagione le migliori squadre si sfideranno per la conquista del titolo di Farming Simulator Champion. Non solo il titolo però farà gola ai contadini virtuali: ci sarà infatti anche un bel montepremi da 100 mila euro.

Un premio che sale a 250 mila euro se si considera anche ogni singolo torneo europeo. Un bel gruzzoletto garantito grazie alla presenza di sponsor di una certa caratura come Logitech GT, Nitrado e Intel.

La modalità di gioco prevista metterà uno contro l’altro due team da tre giocatori che si sfideranno a chi ha la fattoria migliore. Siamo pur sempre di fronte ad un gioco manageriale, con i tempi “morti” tipici del suo genere che – sottolineano gli organizzatori – non verranno snaturati da questa nuova deriva eSport.

Ricordiamo che, al momento, l’ultimo capitolo della serie a cui è possibile giocare è Farming Simulator 19, disponibile per PC, Xbox One e PlayStation 4. Negli anni il simulatore di agricoltura e allevamento è stato rilasciato in tantissime versioni, e ci sono anche capitoli giocabili su Android, iOS ed è stata rilasciata persino una versione Nintendo Switch.