QR code per la pagina originale

Jeff Bezos denuncia: ricattato per le foto di nudo

Jeff Bezos denuncia un tentativo di ricatto da parte di una testata statunitense, che avrebbe minacciato di pubblicare le sue foto hot.

,

Jeff Bezos, il padre di Amazon, potrebbe essere finito al centro di un ricatto. È lo stesso magnate dello shopping online a confermarlo, in un lungo intervento sul suo blog, dove spiega di essere stato minacciato per evitare la pubblicazione delle sue foto di nudo. Secondo quanto riferito, le sue immagini osé sarebbero finite nelle mani di “persone importanti” della rivista scandalistica National Enquirer, a seguito dell’indagine avviata dallo stesso Bezos per scoprire in che modo la redazione della testata sia entrata in possesso di messaggi privati scambiati con la sua compagna.

Come ormai ampiamente noto, a inizio gennaio Jeff Bezos e la moglie MacKenzie hanno annunciato il loro divorzio, dopo oltre vent’anni di matrimonio. Qualche giorno dopo, il National Enquirer ha svelato la possibile liaison tra il padre di Amazon e un’altra donna, sostenendo che questa relazione extraconiugale potesse essere alla base della rottura con la moglie. La testata ha anche pubblicato alcuni SMS privati scambiati tra Bezos e la nuova compagna, Laura Sanchez, sebbene non sia chiaro in che modo la redazione possa esserne entrata in possesso.

Bezos, così come sottolineato nel suo intervento pubblico, ha quindi avviato un indagine per comprendere come questi messaggi di testo siano finiti nelle mani dei giornalisti del National Enquirer. Una testata, peraltro, già opposta al fondatore di Amazon per via di alcune inchieste pubblicate dal Washington Post – di cui lo stesso Bezos è azionista – sia sull’editore che sul Presidente USA Donald Trump.

In risposta all’indagine avviata dall’imprenditore statunitense, i legali dell’AMI – l’American Media Inc, la società editrice del National Enquirer – avrebbero inoltrato una mail, svelando l’intenzione di voler pubblicare alcune immagini osé di Bezos – scatti di nudo integrale, alcuni dei quali compromettenti – se lo stesso magnate non avesse dichiarato alla stampa l’assenza di intenzioni politiche alla base delle notizie scandalistiche pubblicate sul suo conto.

Il fondatore di Amazon ha però deciso di non cedere alla richiesta e, proprio nel suo lungo intervento sul blog, ha pubblicato per intero le mail ricevute:

Anziché capitolare all’estorsione e al ricatto, ho deciso di pubblicare esattamente quel che mi hanno inviato, nonostante il costo personale e l’imbarazzo che minacciano.

Al momento, non è dato sapere se le foto hot di Jeff Bezos verranno effettivamente distribuite, a seguito della pubblicazione dello scandalo. In ogni caso, i social network si sono schierati per la gran parte con l’imprenditore statunitense, suggerendo come l’esistenza di foto di nudo non siano – nel 2019 – un elemento da considerare così disdicevole o scandaloso, anche per un magnate del Web.

Nel frattempo, The Verge ha pubblicato una nota del National Enquirer

Alla luce della natura delle recenti asserzioni pubblicate da Bezos, il board ha convenuto e determinato che deve prontamente indagare queste dichiarazione. Al termine delle indagini, il board prenderà qualsiasi azione riterrà necessaria.