QR code per la pagina originale

Microsoft sconsiglia l’uso di Internet Explorer

Microsoft considera Internet Explorer come una soluzione di compatibilità e non come un browser da utilizzare per navigare sul Web.

,

Microsoft sconsiglia l’uso di Internet Explorer definendolo non più come un browser ma solamente come una “soluzione di compatibilità”. La casa di Redmond ha messo la parola fine allo sviluppo del suo vecchio browser circa quattro anni fa con il debutto di Edge all’interno di Windows 10. Tuttavia, Internet Explorer, nella sua ultima declinazione, non è stato davvero eliminato trovando posto ancora in tutte le ultime versioni di Windows anche se non in vista.

Sebbene gli utenti utilizzino maggiormente Chrome o Firefox, molte aziende sfruttano ancora Internet Explorer per garantirsi la piena compatibilità con alcune vecchie web app che nel frattempo non sono state aggiornate e che servono ancora oggi per lavoro. Tuttavia, il vecchio browser di Microsoft oggi non è più supportato salvo per il rilascio di cicliche patch di sicurezza. Questo significa che non supporta i più recenti standard del web. In poche parole, è un prodotto obsoleto. Chris Jackson, un esperto di sicurezza informatica della divisione Windows di Microsoft, ha condiviso un articolo in cui delinea i “pericoli” nell’utilizzare Internet Explorer come browser predefinito.

Jackson spiega che Internet Explorer deve essere visto come una “soluzione di compatibilità” piuttosto che un browser che le aziende dovrebbero utilizzare giorno per giorno per tutte le attività di navigazione sul Web. Il browser, inoltre, non gestisce i moderni standard del Web e sebbene funzioni ancora bene per navigare, gli sviluppatori non stanno sperimentando le loro nuove soluzioni su di lui ma solamente all’interno dei browser più recenti.

Quanto affermato dall’esperto di sicurezza informatica di Microsoft è assolutamente vero. Internet Explorer non va bene come browser predefinito e le aziende devono fare uno sforzo per iniziare ad utilizzare soluzioni più recenti.

Tuttavia la risposta pratica di Microsoft a questo problema non è stata ottimale. Il suo nuovo browser Edge, infatti, non ha avuto molto successo e non è riuscito a convincere non solo i consumatori ma anche le aziende. A peggiorare il tutto, il fatto che non fosse disponibile su Windows 7 e su Windows 8.

Microsoft ha quindi deciso di sviluppare una versione del browser Edge basata su Chromium che sarà disponibile per i test nelle prossime settimane. Questo nuovo browser sarà indipendente dal sistema operativo e sarà disponibile anche su Windows 7 e Windows 8. Il nuovo Edge, probabilmente, contribuirà a spingere le aziende ad abbandonare Internet Explorer anche se il processo sicuramente non sarà molto veloce soprattutto se le vecchie web app non saranno aggiornate.