QR code per la pagina originale

WhatsApp, algoritmo cambierà l’ordine delle Storie

WhatsApp sta lavorando a un nuovo algoritmo per l'applicazione di messaggistica che renderà le Storie più efficienti.

,

Gli sviluppatori di WhatsApp continuano a fare diversi test per migliorare l’applicazione di messaggistica. In particolare si parla delle Storie, una delle opzioni che negli ultimi anni ha catalizzato l’attenzione degli utenti anche su altre app come Instagram e Snapchat. Queste su WhatsApp sono arrivate due anni fa, poi sono sbarcate su Facebook e anche in termini grafici la società gli sta dando sempre più spazio.

WhatsApp vuole migliorare le sue Storie. Chi le utilizza più frequentemente si sarà accorto che attualmente non vengono visualizzate per ordine di importanza. Questo accade invece su Instagram, ma presto potrebbe arrivare anche su una delle app più utilizzate dagli italiani. In fase di test con alcuni utenti brasiliani, spagnoli e indiani è infatti un nuovo algoritmo che calcolerà in maniera molto più efficace l’ordine con cui saranno mostrate le Storie.

Lo riporta Mashable: il nuovo ordinamento algoritmico ordinerà gli aggiornamenti di stato di WhatsApp, vale a dire la versione delle Storie di questa specifica app, in base alla maggiore pertinenza di un dato aggiornamento. Fino ad ora, gli aggiornamenti sono stati disposti in ordine cronologico inverso, con lo stato più recente che appare per primo.

Questo aggiornamento potrebbe risultare poco pratico per alcuni, in quanto dà la preferenza alle persone che pubblicano più spesso. In realtà il nuovo algoritmo prenderà in considerazione una varietà di segnali, come ad esempio gli stati con cui si interagisce frequentemente, oppure quelli che appartengono a un contatto con cui ci si scambia messaggi più frequentemente.

Sulla questione privacy pare che il nuovo algoritmo manterrà sui telefoni degli utenti le informazioni che servono per determinare questa sorta di classifica, quindi non cambierà molto. Non resta che attendere novità sul cambiamento delle Storie su WhatsApp, di sicuro qualcuno rimarrà scontento.