QR code per la pagina originale

Nuovo Edge, vicino il rilascio ai tester

Tracce del nuovo Edge sono apparse all'interno dell'ultima build di Windows 10 20H1; il suo debutto pubblico si fa sempre più vicino.

,

Il rilascio pubblico ai tester del nuovo browser Edge basato su Chromium si fa sempre più vicino. Microsoft sta ancora lavorando per perfezionare il browser prima che possa essere rilasciato al pubblico. Tuttavia, alcuni indizi farebbero pensare che il rilascio agli Insider possa avvenire quanto prima.

Il sito tedesco Deskmodder ha pubblicato degli screenshot che mostrano le tracce del nuovo browser Edge all’interno dell’ultima build Insider del ramo di sviluppo Skip Ahead. Sfortunatamente, i file non sono visibili a tutti poiché Microsoft sta eseguendo un classico test A / B, il che significa che non tutti hanno accesso al nuovo Edge. Tuttavia, chi sta eseguendo l’ultima build Insider di Windows 10 20H1 potrà andare a curiosare all’interno della directory “C: \ Users \ WDAGUtilityAccount \ AppData \ Local \ MicrosoftEdge” per provare a trovare i file del nuovo browser. Tale test può essere effettuato solamente all’interno della Sandbox di Windows.

Quanto individuato permette di capire che Microsoft potrebbe sostituire completamente il vecchio browser Edge con quello nuovo all’interno di una delle prossime build di sviluppo di Windows 10 20H1. Questo significa anche che molto probabilmente la versione finale di questo nuovo browser arriverà nella primavera del 2020 con il rilascio pubblico di Windows 10 20H1.

Trattasi sicuramente di notizie molto interessanti che mettono in evidenza come il lavoro interno di Microsoft nello sviluppo del suo nuovo browser proceda velocemente.

Il nuovo Edge basato su Chromium è molto importante per Microsoft. L’obiettivo è quello di consentire una rapida adozione del browser utilizzando la stessa basa di Chrome per garantire la massima compatibilità con tutti gli standard del Web.

Si ricorda che il browser non sarà un’esclusiva di Windows 10 ma funzionerà anche su Windows 7, Windows 8.1 e sui computer Mac. I più curiosi possono già adesso provarlo grazie ad una primissima build apparsa in rete alcuni giorni fa.