QR code per la pagina originale

Skype, condivisione dello schermo nelle chiamate

Microsoft ha iniziato a testare su Skype per iOS ed Android la possibilità di poter condividere lo schermo del telefono durante una chiamata.

,

Novità importanti sono arrivate agli Insider che stanno sperimentando le future funzionalità di Skype. Microsoft continua ad affinare il suo client di comunicazione e all’interno della versione 8.43.76.38 di Skype per iOS ed Android è arrivata una novità piuttosto importante. Gli utenti possono ora condividere lo schermo del telefono durante una chiamata.

Questo dovrebbe rendere molto più facile guidare un amico o una qualsiasi persona ad effettuare alcune specifiche operazioni. La condivisione dello schermo è stata una caratteristica fondamentale di Skype sulle app dedicate ai desktop per molto tempo, ma gli smartphone non hanno mai potuto godere appieno di questa possibilità, in parte perché i sistemi operativi mobili non gradiscono troppo il fatto che app di terze parti registrino le attività dello schermo. Questa novità, dunque, dovrebbe risultare particolarmente gradita per molti utenti che usano assiduamente Skype, magari anche per lavoro.

Non è chiaro quando questa nuova funzionalità arriverà pubblicamente per tutti gli utenti Skype Android e iOS. L’attesa, comunque, non dovrebbe essere lunga visto che la novità è già pienamente funzionante e non presenta problemi.

I più impazienti possono comunque già sperimentarla aderendo al programma di sperimentazione di Microsoft dedicato a Skype per i dispositivi mobile.

Gli utenti Android dovranno solamente scaricare l’app Skype Preview dal Play Store. Gli utenti iOS, invece, dovranno solamente provare ad entrare nel programma Test Flight.

Questa novità mette in luce nuovamente tutti gli sforzi che la casa di Redmond sta facendo per migliorare drasticamente Skype dopo che il client di comunicazione era stato fortemente criticato per aver preso una strada di sviluppo sbagliata. Da alcuni mesi il gigante del software sta facendo di tutto per migliorare sensibilmente l’esperienza d’uso del suo client di comunicazione, accontentando tutte le richieste dei suoi utenti.

Fonte: Neowin • Immagine: Microsoft