QR code per la pagina originale

Netflix testa la funzione shuffle, serie tv random

Netflix sta testando una funzione shuffle per permettere agli utenti più pigri e indecisi di vedere contenuti in maniera del tutto casuale.

,

L’ascolto casuale della musica è ormai piuttosto diffuso e disponibile su tutte le piattaforma di musica in streaming, ma era già uno standard comune ai tempi dei lettori mp3. Ma se questa possibilità venisse applicata a serie tv e film? Ci ha fatto un pensierino Netflix, che sta testando la funzione “Riproduci un episodio casuale”.

Tra le funzioni a cui il colosso dello streaming on demand c’è infatti anche una sorta di tasto shuffle, che permetterà dunque di vedere serie tv, programmi e film in maniera del tutto randomica.

Una soluzione che va ovviamente in soccorso degli utenti più pigri o semplicemente indecisi, che preferiscono affidarsi al caso invece di perdere tempo a scegliere un prodotto che possa fare al caso loro. La nuova feature sarebbe già stata vista nella versione 7.6.0 dell’applicazione Netflix per Android, ma ancora nemmeno l’ombra per quanto riguarda la versione iOS del servizio.

Stiamo testando la possibilità per gli utenti di far partire un episodio casuale da diverse serie tv sull’app per Android – ha confermato un dipendente Netflix ai microfoni di Deadline – Di solito questi test hanno durate diverse in base alle zone geografiche, e potrebbero anche non essere permanenti

Al momento la funzione include le serie tv The Office, New Girl, Our Planet, Arrested Development, ma ovviamente il teste verrà esteso ad altre.

In questo modo il mondo dello streaming farebbe una sorta di “passo indietro” proponendo di fatto un’esperienza di utilizzo molto più vicina a quella della tv tradizionale, con contenuti non più scelti direttamente dall’utente ma propinati da altri, nello specifico non un network ma il semplice caso.

Ovviamente non è garantito che lo shuffle per Netflix diventerà una funzione definitiva del servizio una volta terminata l’attuale fase di test. Proprio come l’incremento dei prezzi per gli abbonamenti.