QR code per la pagina originale

Aggiornamento WhatsApp, novità su messaggi vocali

WhatsApp si aggiorna in versione stabile su Android e arriva anche una nuova beta su iOS, ecco tutte le novità.

,

WhatsApp ha ricevuto un nuovo aggiornamento, di differente natura, sia per Android che per iOS. Per i device che utilizzano il sistema operativo del robottino verde si tratta in particolare della versione stabile 2.19.150, che aggiunge una importante novità alla riproduzione dei messaggi vocali. Una funzione in realtà già introdotta in una precedente beta di WhatsApp per Android, ma che ora è finalmente disponibile per tutti gli utenti.

Una volta che viene installato l’aggiornamento sostanzialmente viene consentito agli utenti di ascoltare i messaggi vocali ricevuti in successione, cioè consecutivamente, senza l’obbligo di riprodurre manualmente il successivo, quando l’ascolto di quello precedente è concluso. Ogni volta che quindi si ricevono più messaggi vocali basta toccare una sola volta la riproduzione del primo, ma c’è anche la possibilità ovviamente di metterli in pausa.

Oltre a questo su Android sono stati introdotti diversi aggiornamenti di sicurezza, come ad esempio la risoluzione di una recente vulnerabilità “CVE-2019-3568”.

L’aggiornamento beta per iOS è invece alla versione 2.19.60.26 e porta migliorie agli Album come prima cosa. Quando l’utente riceve diverse foto in chat WhatsApp le raggruppa in un unico messaggio, proprio come accade su Android. Migliorato anche il layout degli Album, inclusi quanti contenuti sono presenti al suo interno.

La novità più importante però nella versione iOS è il fatto che la società ha rimosso la possibilità di copiare, salvare ed esportare la foto profilo dei proprio contatti. Tutto questo è disponibile anche nell’ultima versione beta di Android. La funzionalità è invece disponibile ancora per i gruppi, in questo caso si possono salvare.

Arriva infine il formato M4A (codec AAC) come formato per i messaggi vocali: quello ufficiale è opus, che garantisce una migliore qualità e poca latenza. Sfortunatamente opus non è supportato da molte app, quindi ora WhatsApp esporta i file opus come M4A.

Fonte: WABetainfo