QR code per la pagina originale

Spotify Lite, versione definitiva in 36 mercati

A distanza di un anno dalla versione beta, Spotify Lite per Android esce dalla fase sperimentale e diventa un'app definitiva.

,

A distanza di un anno dalla versione beta, Spotify Lite per Android – variante più semplice e “leggera” della popolare piattaforma di musica streaming – esce dalla fase sperimentale e diventa un’app definitiva.

Come suggerisce il nome stesso, Spotify Lite è una edizione del servizio più minimalista ed essenziale e pensato infatti per i principali mercati emergenti (dove le connessioni sono limitate rispetto agli altri mercati) e che girerà su sistema operativo Android 4.3 o superiori.

Spotify Lite sarà disponibile sia per gli utenti Premium del servizio che per quelli Free, e funzionerà in maniera indipendente rispetto alla versione completa di Spotify.

Spotify Lite è una versione ridotta, veloce e semplificata della nostra impareggiabile esperienza musicale che funziona in modo molto simile alla principale app Spotify – spiega Kalle Persson, Senior Product Manager di Spotify -. Sarai comunque in grado di cercare e riprodurre le tue canzoni e artisti preferiti, salvarli, condividerli con altri, scoprire nuova musica e goderti le playlist fatte su misura per te, ma con alcune funzionalità extra che lo rendono ideale per dispositivi e sistemi operativi precedenti.

Con Spotify Lite si avrà un minor dispendio di traffico dati e memoria dello smartphone. L’app ha infatti un peso irrisorio di 10 MB ed è possibile attivare una funzione che traccia il consumo di dati ( 250 MB, 500MB, 750MB, 1GB, 2GB, 3GB) nell’arco di un mese di utilizzo. Superato il limite preimpostato, l’app invierà una notifica all’utente.

Al momento Spotify Lite è disponibile in 36 mercati: Brazil, Canada, Mexico, Argentina, Peru, Chile, Colombia, Bolivia, Costa Rica, Dominican Republic, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Nicaragua, Panama, Paraguay, Uruguay, Saudi Arabia, Egypt, Algeria, Lebanon, Morocco, Tunisia, Oman, Jordan, Bahrain, United Arab Emirates, Kuwait, Qatar, South Africa, Indonesia, Philippines, Vietnam, Malaysia, India.