QR code per la pagina originale

Windows 10, la ricerca arriva nel lock screen

Microsoft sta testando l'integrazione di una casella di ricerca all'interno del lock screen di Windows 10.

,

A luglio era emerso che Microsoft stava testando l’implementazione di un box di ricerca alimentato da Bing all’interno del lock screen di Windows 10. Questa novità era stata scoperta all’interno della build 18932 di Windows 10 20H1. Da allora non si era saputo più nulla di questa nuova funzionalità ma adesso sono emerse nuove informazioni. Tracce di questa novità sono apparse nuovamente all’interno dell’ultima build 18970 di Windows 10 20H1.

Trattasi di un segnale importante che la casa di Redmond sta lavorando per introdurre questa novità all’interno del prossimo grande step funzionale del suo sistema operativo. Questa funzione non è attiva di default ma va abilitata manualmente. Gli Insider, infatti, non possono disporne nativamente ma il noto hacker Albacore è riuscito ad individuarla e ad abilitarla. Come si può vedere dallo screenshot che Albacore ha condiviso, la data e l’ora sono state spostate in alto a sinistra, per fare spazio alla casella di ricerca nell’angolo in basso a sinistra del lock screen.

L’interfaccia utente di ricerca nel lock screen è simile alla casella per la ricerca presente nella barra delle applicazioni.

Trattasi di una novità sicuramente interessante anche se c’è da valutare l’effettiva utilità di poter disporre di una casella di ricerca all’interno del lock screen di Windows 10.

La build 18970 di Windows 10 20H1 si conferma, dunque, sempre più interessante. Oltre a questa novità, questa nuova versione di sviluppo di Windows 10 dispone di una nuova modalità tablet e del sistema di ripristino basato sul cloud.

Windows 10 20H1 è oramai nelle mani degli Insider da parecchi mesi e lo sarà ancora a lungo visto che il suo debutto ufficiale è atteso per la primavera del 2020. Questo significa che Microsoft ha molto tempo per inserire ulteriori novità funzionali.