QR code per la pagina originale

WhatsApp, novità per gli Stati e Facebook Pay

Piccole novità per WhatsApp, l'applicazione di messaggistica istantanea: arriva una migliore gestione degli stati e il supporto a Facebook Pay.

,

WhatsApp lancia interessanti novità con la versione beta 2.19.260 per Android. I primi dettagli sono arrivati dal solito WABetaInfo e la prima novità  è legata alla riproduzione degli Stati, ma dovrebbe essere in arrivo anche il servizio Facebook Pay.

Come cambiano gli Stati su WhatsApp

Per il momento gli utenti potevano scegliere di silenziare alcuni contatti con lo scopo di non ricevere i loro aggiornamenti di stato. Nonostante tutto però gli Stati degli utenti silenziati erano presenti lo stesso nel feed, ma oscurati in una sezione separata rispetto agli Stati accettati. Con la nuova versione 2.19.260 gli Stati silenziati verranno anche nascosti insieme a tutte le altre storie silenziate. Queste ultime in un secondo momento potranno essere richiamate semplicemente premendo il piccolo triangolo che si trova nella barra di intestazione della sezione o nascoste di nuovo con lo stesso tasto.

In arrivo il servizio Facebook Pay

L’altra novità in arrivo su WhatsApp riguarda il servizio Facebook Pay con cui gli utenti avranno la possibilità di scambiare denaro fra di loro e lo stesso servizio verrà rilasciato su tutte le app di proprietà di Facebook (anche se non si hanno informazioni sul periodo di disponibilità). Per il momento però sembra che le funzionalità di Facebook Pay non saranno attive su tutti i client e quindi non bisognerà installare solo la versione 2.19.260 per vederle, ma l’attivazione dovrà necessariamente avvenire via server. Oltre a queste novità ormai confermate, sembra che gli sviluppatori di WhatsApp sarebbero già a lavoro sui futuri aggiornamenti.

Ci sono novità anche nella nuova beta per iOS, precisamente la numero 2.19.100.21. Dopo le indiscrezioni dello sviluppo della funzione boomerang anche per WhatsApp, questa beta porta un’altra opzione già presente su Instagram, cioè la possibilità di posizionare con più accuratezza il testo, le emoji e gli adesivi sulle foto, video e GIF. Inoltre sono presenti diversi bugfix per l’arrivo di iOS 13.