QR code per la pagina originale

Facebook verificherà identità tramite video selfie

Facebook è al lavoro su un nuovo sistema di verifica dell'identità degli utenti che prevede un video selfie per combattere i profili falsi.

,

Facebook sta pensando a una nuova modalità per verificare l’identità degli utenti che si registrano. Il team di sviluppatori del social network di Mark Zuckerberg sta lavorando ad un nuovo sistema di verifica delle identità digitali che dovrebbe chiedere agli utenti di registrarsi con un video selfie: lo scopo è di dimostrare che l’account appartiene a una persona reale. Facebook infatti intende continuare la sua lotta contro il proliferare dei profili fake, ma potrebbero anche esserci dei rischi per la privacy.

Di recente la ricercatrice informatica Jane Manchum Wong ha spiegato che gli sviluppatori di Facebook stanno lavorando a un sistema di scansione facciale a mezzo video con cui verrà chiesto agli utenti di registrarsi con dei selfie per confermare proprio che i proprietari degli account da controllare siano persone reali. Al riguardo però non è giunta ancora alcuna conferma da Facebook: Wong come sempre ha scoperto la funzionalità ancora “dormiente” all’interno di alcune versioni preliminari dell’app. In seguito la stessa ricercatrice ha deciso di pubblicare in rete alcune schermate per dimostrare l’autenticità di quanto svelato. Non si conoscono ancora i dettagli e se questa funzionalità arriverà mai, anche perché Facebook potrebbe decidere di non attivare il sistema.

In ogni caso, come potrebbe funzionare questa verifica? Sul display comparirà un’area circolare all’interno della quale gli utenti dovranno inquadrarsi il volto, inclinandolo nelle direzioni richieste dall’interfaccia. A questo punto il video verrà inviato ai server della società per essere sottoposto ad analisi, con lo scopo di capire se nell’inquadratura ci sia il volto di un vero essere umano, una fotografia statica o una registrazione. Inoltre sembra che il video selfie registrato dovrebbe essere salvato nella banca dati di Facebook solo per 30 giorni.

La nuova modalità di verifica degli account potrebbe essere al centro di numerose critiche. Pochi mesi fa Facebook è stata già accusata di aver utilizzato a scopi pubblicitari i numeri di telefono inseriti dagli utenti per l’autenticazione a due fattori. Richiedere video selfie quindi prevede ancora più rischi nella violazione della privacy.