QR code per la pagina originale

Instagram testa Reels, l’anti-TikTok

Instagram sta testando in Brasile una nuova funzione, battezzata Reels, che strizza l'occhio a TikTok.

,

Instagram è senz’altro uno dei social più attrattivi per i giovani, ma le esigenze degli utenti sono in continua evoluzione e la piattaforma necessita di una costante innovazione. Così, ha deciso di incorporare una funzionalità che ha reso popolare quello che potrebbe essere considerato il suo più grande rivale: TikTok. Pare infatti che, in Brasile, la società stia testando la funzione Reels: video di 15 secondi, con sottofondo musicale, che possono essere condivisi come Storie. Attualmente la novità sembrerebbe essere confinata al territorio brasiliano, sia su iOS che Android, e non è chiaro se e quando sarà pubblicata altrove.

Gli utenti, in pratica, possono impostare la musica nei video selezionando tracce dall’enorme catalogo di Instagram oppure utilizzando l’audio di un Reels condiviso pubblicamente. A differenza di TikTok, tuttavia, la nuova funzionalità potrà contare sui messaggi diretti di Instagram. Gli utenti potranno inoltre sperare che i propri video vengano condivisi in modo più ampio tramite la nuova sezione Top Reels di Explore. Non tutto, comunque, deve per forza essere condiviso pubblicamente: TechCrunch segnala che gli utenti possono pubblicare Reels solo per una cerchia di persone o inviarli tramite un messaggio diretto.

Sebbene nascano come Storie, i Reels potranno essere trasformati in un vero e proprio post da lasciare in bacheca. L’obiettivo della società di Menlo Park è chiaramente quello di rendere la funzione la “killer app” di TikTok, che sta spopolando tra gli adolescenti di tutto il mondo. Se finora le startup cinesi sono sempre state criticate di aver copiato le aziende statunitensi, la mossa di Instagram ricambia il favore. Il social respinge comunque le accuse, spiegando che le clip musicali sono un’estensione su cui in molti hanno già investito, un’argomentazione tutto sommato valida.