QR code per la pagina originale

Windows 10 build 19536, nuovo ciclo di sviluppo

Inizia un nuovo ciclo di sviluppo di Windows 10 con la distribuzione della build 19536 agli Insider del Fast Ring.

,

Microsoft ha dato ufficialmente il via ad una nuova era per lo sviluppo del prossimo grande step funzionale di Windows 10. Nella serata di ieri, il gigante del software ha rilasciato agli Insider del Fast Ring la build 19536 di Windows 10. Come evidenziato nelle note di rilascio, non si tratta di una build di Windows 10 20H1 ma nemmeno di Windows 10 20H2. Come spiegato direttamente nel post del blog ufficiale di Windows 10, il gigante del software ha apportato alcuni cambiamenti alla struttura del Fast Ring.

Internamente, gli sviluppatori del gigante del software utilizzano diversi canali. Uno di di questi è il “RS_PRERELEASE” dove è effettuato il check di tutte le ultime modifiche al codice del sistema operativo. In futuro, il Fast Ring riceverà direttamente le build provenienti da questo ramo di sviluppo interno. Questo significa che gli Insider potranno provare tutte le ultimissime novità ma che possono non essere abbinate ad una specifica versione del sistema operativo. Gli Insider del Fast Ring potranno, quindi, testare le ultime funzionalità indipendentemente dalla versione di Windows 10 in cui finiranno.

Novità che poi arriveranno per tutti come aggiornamenti di manutenzione o come major release. Un cambiamento importante che segue a quello del ciclo di sviluppo di Windows 10 emerso un po’ di tempo fa.

Per quanto riguarda questa nuova build, le novità non sono molte. Microsoft sta ancora lavorando per fare in modo che gli utenti possano vedere tutti gli aggiornamenti opzionali, come i driver, da un’unica schermata. Introdotta anche una nuova opzione per consentire l’utilizzo di Windows 10 a più membri della famiglia. Miglioramenti anche per l’app Your Phone (Il tuo telefono) che permette di poter gestire sino a 2000 foto dello smartphone. Arriva anche il supporto al pennino digitale.

Infine, tanti bug fix ed ottimizzazioni. Ovviamente presenti anche alcuni problemi. Il suggerimento, dunque, è di testare questa build solamente all’interno di macchine dedicate.

Video:Microsoft HoloLens 2