QR code per la pagina originale

Coronavirus: Waze e Google aggiornano le mappe

La community italiana di Waze si è attivata per garantire aggiornamenti in tempo reale nelle zone del Nord Italia sotto quarantena.

,

L’attuale allarme legato al contagio da coronavirus nelle regioni del Nord Italia, e le conseguenti decisioni prese dal governo italiano, hanno portato alla modifica della viabilità intorno ai comuni in quarantena preventiva. Proprio a causa di questa situazione, la community italiana di Waze si è attivata per fornire degli aggiornamenti in tempo reale con un focus proprio su tali zone.

La panoramica della viabilità intorno agli undici comuni attualmente interessati è fondamentale. Non è solo utile a tutti i guidatori così che evitino le strade bloccate, ma anche per lasciarle libere a tutti quei mezzi invece autorizzati all’approvvigionamento quotidiano degli abitanti nelle zone sotto isolamento. Sempre allo stato attuale delle misure attuate dal governo, i cittadini coinvolti sono circa 50 mila. Grazie al tempestivo intervento della community italiana, sono disponibili le mappe aggiornate in tempo reale che mostrano la situazione intorno ai comuni. Questa è la lista dei comuni coinvolti dall’ordinanza: Vo’ Euganeo, Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano.

Ecco due link importanti per riuscire a seguire questa situazione. Il primo riguarda una panoramica generale del blocco delle strade ed è stato messo a punto tenendo conto di diversi aspetti, quali il garantire la scorrevolezza, il ridirezionamento del traffico, una maggiore supervisione e controllo della zona. Quest’altro è il link per la mappa aggiornata in tempo reale dai membri della community. Essendoci diverse strade bloccate, il flusso del traffico finisce inevitabilmente su altre vie.

E anche Google, proprietaria di Waze, ha deciso di riportare tutti gli aggiornamenti sulla sua applicazione principale, Google Maps, e su Google Earth. Per esempio, se si controlla  Codogno, uno dei primi due focali, si può notare bene la situazione particolare attorno al paese con tutte le vie d’accesso segnate. Per favorire il controllo da parte delle forze dell’ordine, anche alcune vie limitrofe sono state tenute chiuse.

Grazie a tutti questi strumenti a disposizione di chi si mette alla guida, è buona cosa tenersi informato. Le misure sono state attivate in fretta per cercare di tenere il contagio più ristretto possibile. Per questo motivo, è possibile che nei giorni a seguire ci saranno ulteriori blocchi e un allargamento della zona interdetta.

Video:Il Connected Citizens Program di Waze