QR code per la pagina originale

E3 2020 cancellato, aziende valutano lo streaming

Xbox, Ubisoft e Devolver Digital tra i primi publisher a rassicurare i fan sui social, organizzeranno conferenze in streaming.

,

Ieri è stata confermata la cancellazione dell’E3 2020 – la 26esima edizione della più importante fiera dedicata ai videogiochi – causa coronavirus. L’evento era in programma per il 9-11 giugno di quest’anno ma la forte espansione del virus ha evidentemente spinto gli organizzatori, la ESA (Entertainment Software Association), a dare forfait. Forse però potrebbe non essere una cancellazione definitiva.

Sui social alcuni publisher stanno infatti rassicurando i fan, che attendono proprio la fiera di Los Angeles per scoprire le più importanti novità in ambito gaming. Il primo su Twitter è Phil Spencer, numero uno di Xbox, che ha annunciato un evento streaming dedicato a Xbox che sostituirà la tradizionale conferenza sul palco dell’E3. I dettagli su data e orari verranno resi noti nelle prossime settimane.

Anche Ubisoft dovrebbe seguire la stessa linea di Microsoft. Il produttore francese era atteso sul palco dell’E3 con titoli come Assassin’s Creed Ragnarok, il nuovo Splinter Cell, il prossimo capitolo di Far Cry, Rainbow Six Quarantine, Beyond Good & Evil 2, Gods & Monsters, Watch Dogs Legion e molti altri. Ubisoft su Twitter ha spiegato che supporta appieno la scelta dell’ESA di cancellare l’E3 2020 ma è al lavoro per studiare nuove opzioni per un’esperienza digitale.

Idem anche Devolver Digital, realtà indie che sul palco dell’E3 avrebbe potuto portare titoli come Serious Sam 4: Planet Badass, Eitr, Paradise Never e Weird West. Devolver Digital ha annunciato su Twitter la volontà di organizzare una conferenza live, attraverso un messaggio accompagnato da una scena del film Matrix Revolutions dove il protagonista Neo era bloccato in una stazione metropolitana, una sorta di limbo. Un chiaro riferimento all’attuale emergenza coronavirus.