iPhone 13 senza supporto al 5G “per tutti”, ecco perché

In attesa che venga presentato ufficialmente l’iPhone 12, ci sono già i primi rumors sulla seguente generazione di “melafonini”. iPhone 12 potrebbe infatti essere la prima e ultima generazione di smartphone Apple con il supporto universale al 5G. iPhone 13, che vedrà la luce nel 2021, infatti, dovrebbe avere standar diversi a seconda del mercato cui sarà destinato. L’indiscrezione proviene da DigiTimes e si spiegherebbe con la necessità da parte di Apple di ottimizzare i costi di produzione. Di conseguenza, ci potremmo attendere anche prezzi più bassi.

iPhone 13 senza 5G per tutti: perché?

La tecnologia 5G, che sta facendo molto discutere praticamente in ogni angolo del globo per via di una serie di fake news, è la risultante dell’unione di due reti, mmWave e sub-6 GHz. La seconda è più semplice da implementare, poiché meno innovativa e al contempo meno rapida, mentre la prima è molto avanzata, tanto che poche reti riescono ad includerla. Insomma, nel mercato futuro si prevede che ciascun Paese opti per uno standard o per un altro, ragion per cui Apple potrebbe realizzare diverse versioni di iPhone a seconda del Paesi cui sono destinati.

Costi contenuti, prezzi più bassi, ma chi viaggia?

Ovviamente, non è solo una questione di modem, ma anche di antenne e altre tecnologie ausiliarie che hanno bisogno del loro spazio ed influiranno anche sui processi costruttivi. Insomma, Apple potrebbe risparmiare sui costi di produzione e gli utenti potrebbero avere dispositivi meno costosi, ma per chi viaggia spesso non sembra essere una soluzione ideale, perché potrebbe essere costretto a disporre di più smartphone per avere la certezza di non rimanere senza “campo”.