QR code per la pagina originale

Twitter e Facebook censurano Trump: “Falsità sul Covid-19”

"I bambini sono quasi immuni dal Coronavirus": l’intervista di Trump bollata sia da Twitter sia da Facebook come fake news

,

Continua la guerra tra Donald Trump e i due social network Twitter e Facebook. Dopo gli attriti di maggio, quando una dichiarazione dell’inquilino della Casa Bianca fu cancellata perché “priva di fondamento”, nelle ultime ore c’è stato un nuovo motivo di attrito. Stavolta, però, nel mirino della censura dei social non è finito l’account ufficiale di Trump, bensì quello che si sta occupando della sua campagna elettorale, ovvero @TeamTrump. Lo stesso profilo ha infatti condiviso una porzione di un’intervista a Fox News nella quale il presidente USA afferma che “i bambini sono quasi immuni al voci-19”.

False affermazioni sul Covid-19: Trump censurato

Nel giro di poche ore, un funzionario di Twitter ha fatto richiesta di rimozione del post per violazione delle Regole sulla disinformazione da coronavirus. Il tweet è stato dunque prontamente rimosso poiché dava spazio ad una fake news sulla diffusione del covid-19. La stessa sorte è toccata anche su Facebook, dove l’intervista era stata condivisa dall’account ufficiale di Trump. “Questo video include false affermazioni secondo cui un gruppo di persone è immune da COVID-19, il che costituisce una violazione delle nostre politiche sulla disinformazione”, ha spiegato un portavoce del social network di Mark Zuckerberg dopo la rimozione della fake news.

Gli studi sui bambini e il coronavirus

Il riferimento del presidente degli Stati Uniti è ad alcuni studi che suggeriscono, ma non dimostrano ancora, che i bambini abbiano meno probabilità di infettarsi rispetto agli adulti e comunque hanno più probabilità di contrarre il virus con sintomi lievi. Il che è comunque diverso dall’affermare che i bambini sono quasi immuni dal Covid-19. Uno studio condotto dal Centers for Disease Control and Prevention, che ha riguardato circa 2.500 bambini ha infatti confermato ad aprile che un 1 bambino infetto su 5 era ricoverato in ospedale, contro 1 adulto su 3. Insomma, percentuale minore, ma nessuna immunità.

Video:Canon EOS RP, sample video FHD 50p