QR code per la pagina originale

I 9 consigli di SumUp per migliorare il proprio business online

SumUp e il Social Media Coach Davide Dal Maso stilano il vademecum per migliorare il proprio business online e sui social durante la stagione estiva.

,

La crisi economica legata alla pandemia di COVID-19 che stiamo vivendo ha spinto commercianti e gestori di attività a puntare il più possibile sull’online, così da rimanere operativi anche durante la chiusura obbligata delle attività e allargare il più possibile il proprio bacino di utenza.

Le potenzialità di internet sono davvero infinite anche per una piccola attività commerciale e l’utilizzo ponderato dei social network può offrire uno strumento aggiuntivo di enorme utilità. Bisogna, però, seguire qualche accorgimento e qualche indicazione. Se non avete tempo e disponibilità per affidarvi ad un esperto, ci pensa SumUp, fintech leader nel settore dei pagamenti digitali con mobile POS, a darvi qualche utile suggerimento stilato insieme al Social Media Coach Davide Dal Maso, tra i Top Under 30 Italiani secondo Forbes:

  1. Per aumentare la possibilità di avvicinare i turisti alle piccole attività durante il loro soggiorno, è possibile targettizzare la pubblicità di Facebook in base alla localizzazione, per intercettare chi si trova nella stessa area:
  2. Fondamentale è potenziare il profilo commerciale di un’impresa sulla piattaforma Google My Business, inserendo localizzazione e informazioni esaustive; è inoltre possibile compilare una sezione dedicata ai prodotti, per promuovere l’acquisto online e la consegna tramite delivery;
  3. Perfezionare il naming dell’impresa su Google My Business consente di migliorare il posizionamento tra i risultati di ricerca di Google. Il nome dell’attività si può caratterizzare rendendolo più riconoscibile per i turisti stranieri, oppure includendo nel nome la categoria di prodotto offerta. Ad esempio, Gioielleria Dal Maso Capri (nome dell’impresa e localizzazione) – Gioielli Italiani (categoria di prodotto offerta);
  4. Attivare shop social su Instagram consente anche al più piccolo business di raggiungere contatti ovunque nel mondo per vendere i propri prodotti.
  5. Tramite i social media, i piccoli imprenditori devono comunicare a clienti e turisti contenuti che ispirino fiducia, specialmente dopo un periodo di crisi. Le Instagram Stories rappresentano lo strumento ideale per condividere contenuti utili ad avvicinare il cliente verso un business locale, ad esempio mostrando trasparenza ed osservanza delle normative in materia di salute e sicurezza;
  6. In questo periodo, può essere utile intervistare clienti soddisfatti del servizio goduto tramite video da condividere su Facebook e Instagram, oppure collezionando recensioni su Facebook e Google. Si può, così, creare una vera e propria campagna pubblicitaria in cui i turisti stessi confermano l’esperienza positiva nel luogo in cui si recano abitualmente;
  7. WhatsApp rappresenta lo strumento ideale per tenersi in contatto con i clienti che cercano sempre di più un rapporto personalizzato. In molti casi si possono usare le liste broadcast per comunicare offerte o iniziative speciali agli utenti, il tutto gratuitamente;
  8. I business che offrono un servizio di delivery possono richiedere di essere inseriti sul sito del Comune o su altre piattaforme che consentano di informare un numero di clienti più ampio dell’offerta del servizio di consegna a domicilio (ad esempio sul portale MyCIA.it). Il tutto gratis!
  9. Registrare la propria posizione su Google Maps e Mappe Apple è fondamentale, poiché permette di essere localizzati facilmente e correttamente dai clienti. Utilissimo, quindi, sistemarle e inserire informazioni precise e affidabili, senza alcun costo da sostenere.