QR code per la pagina originale

Microsoft, entro 2023 formazione digitale a 3 milioni italiani

Dal 2018 sono circa 1 milione le persone raggiunte dalle iniziative di formazione e riqualificazione professionale del piano Ambizione Italia.

,

Microsoft è sempre più impegnata a sviluppare il progetto Ambizione Italia #DigitalRestart, l’iniziativa del colosso di Redmond volta a sostenere il rilancio e la crescita del Paese attraverso il digitale. Dal 2018 a oggi sono circa un milione le persone raggiunte dalle iniziative di formazione e riqualificazione professionale parte del piano, ma l’obiettivo è quello di ottenere entro 2023 la formazione digitale di 3 milioni di italiani.

Il piano di investimenti, lanciato lo scorso maggio, è da 1,5 miliardi di dollari e prevede nei prossimi cinque anni un importante impegno di Microsoft nell’offerta di servizi Cloud, nella creazione di programmi di formazione digitale e reskilling, nella promozione di partnership locali per l’innovazione delle aziende italiane e in una nuova Alleanza per la sostenibilità.

Microsoft per i giovani disoccupati

Per accelerare la trasformazione digitale in Italia, e raggiungere con le sue iniziative ogni fascia di età, il colosso tecnologico da oggi lancia anche Ambizione Italia per i Giovani, per la formazione di giovani e cittadini nei Comuni di Bari, Roma e Palermo, oltre che una nuova collaborazione con Anpal, l’Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro, per la formazione nell’ambito del programma Garanzia Giovani dei Neet, ovverosia quei ragazzi che non hanno lavoro, né lo cercano e non frequentano nemmeno una scuola o un corso di formazione. Dice Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia:

L’Italia vive un paradosso unico nel suo genere: da un lato abbiamo un’importante richiesta da parte delle aziende di professionisti qualificati, dall’altro, il nostro tasso di disoccupazione resta tra i più alti in Europa. È stato calcolato per esempio che nel 2024 serviranno 1,5 milioni di specialisti ICT mentre nei prossimi 5 anni, 2,7 milioni di posti di lavoro richiederanno nuove competenze, di cui oltre il 50% saranno skills digitali”.

La formazione nel digitale è quindi la chiave per ridurre lo skills mismatch e tornare a crescere e a essere competitivi? Per Microsoft la risposta è sì:

Con il piano Ambizione Italia #DigitalRestart vogliamo fare la nostra parte, ma serve uno sforzo comune e un lavoro sinergico tra tutti gli attori del mercato per assicurare a noi e a i nostri giovani un futuro migliore”.

I programmi di formazione fanno leva su Microsoft Learn e la piattaforma LinkedIn per sviluppare le competenze digitali richieste dal mercato del lavoro. Microsoft ha inoltre rinnovato l’impegno globale e locale con LinkedIn e GitHub per percorsi di formazione online sui profili professionali più richiesti dal mercato: più di 350.000 le persone raggiunte nel nostro paese.

Video:Winbot X di Ecovacs per pulire le finestre